- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Il Frecciabianca in Sicilia … ovvero un ferrovecchio spacciato per “innovazione”  

Treno tipo in esercizio in Sicilia nel 2021

I trasporti in Sicilia si sa, sono all’anno zero. Per l’80% della rete ferroviaria siamo al tempo del “ventennio”.
La Palermo / Trapani è esattamente quella realizzata nel 1937 – tempo di percorrenza per 125 Km, circa 4 ore e 50 minuti. L’unico tratta a doppia circolazione è la Palermo Stazione FFSS / Aeroporto Punta Rais.
Tutto il resto, buio pesto. L’Isola non ha una rete ferroviaria che possa definirsi tale né tantomeno una rete stradale.
Da Trapani a Siracusa, circa 400 km il tempo di percorrenza  medio è di circa 12 ore con almeno 4 cambi di treno.
Di certo non va meglio per la rete autostradale. Ad eccezione dell’Autostrada Palermo/Messina/Catania, la situazione può definirsi drammatica.

In questo quadro, viene accolta con enfasi degna della miglior politica regionale, la notizia dell’arrivo nell’Isola del “treno” Frecciabianca” che avrà il merito di allungare i già biblici tempi di percorrenza nelle tratte interessate.
Si dice “nuovo”  ma si legge ferrovecchio del nord abbellito per i “poveri” del sud; si dice “velocema si legge più lento degli attuali vecchi treni.
Insomma, hanno riciclato all’Isola ferrivecchi abbelliti che probabilmente non potevano essere nemmeno smaltiti come materiale di riciclo, spacciandoli come una innovazione tecnologica.
Siamo in tempo di elezioni regionali. A Palermo come in tutte le città siciliane la politica sta giocando le proprie carte della propaganda con uso sapiente dell’enfasi sul nulla.
Giocano sulla pelle dei siciliani con cinismo politico indifferenti allo sviluppo economico e sociale dell’Isola.
Ormai appare chiaro che c’è un preciso piano politico per mantenere la Sicilia nella situazione di degrado generale in cui è stata cacciata dall’occupazione sabauda e mantenuta sapientemente dalla politica repubblicana che ha raggirato i siciliani nel 1946 con uno Statuto di autonomia “speciale” usato come la cartina di tornasole per giustificare sottosviluppo economico, strutturale e sociale.
Questo è se vi pare. In Sicilia
tutto deve cambiare perché tutto resti come prima.

Ms