- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Crisi finanziaria, tagli ai servizi ma la priorità del sindaco Grillo è il portavoce e l’agenzia di comunicazione

L’Amministrazione comunale di Marsala, con una nota diramata ieri, ha reso noto che il bilancio 2021  è stato approvato con diversi tagli ai servizi aggiungendo che la Giunta ha approvato un atto deliberativo, proposto dall’Assessore ai Servizi Finanziari Michele Milazzo, con il quale vengono evidenziate le difficoltà affrontate nella redazione del Bilancio di previsione.

 “Nonostante le evidenti e gravi difficoltà   – evidenziano Sindaco e Assessore alle Finanze – siamo riusciti a fare approvare dal Consiglio il Bilancio di previsione.  Avere a disposizione lo strumento finanziario ci consente, infatti, di rendere più efficace la macchina amministrativa e di esprimere al meglio le nostre azioni in favore della comunità. E’ chiaro altri due grandi problemi ci hanno tanto condizionato: lo stato di crisi sociale determinato dalla pandemia e il conseguente  forte rallentamento nella riscossione dei crediti che costringe l’Ente a ricorrere sistematicamente all’anticipazione di tesoreria per onorare gli impegni assunti con i creditori, e ciò comporta il maturare di interessi passivi a carico del bilancio comunale, nonché un maggiore accantonamento di somme al fondo crediti di dubbia esigibilità”.

Una situazione di crisi finanziaria acclarata e la necessità di tagli ai servizi e quindi di imporre sacrifici ai cittadini avrebbe dovuto suggerire al Sindaco Massimo Grillo più giudizio politico e senso di responsabilità non sprecare denari pubblici evitando di nominare un portavoce e appaltando una agenzia di comunicazione per le sue “esigenze” comunicative.

Cinquantamila euro l’anno che potevano e dovevano essere impiegati per motivi seri e necessari.

Alle parole devono seguire sempre i fatti. Certi atteggiamenti e vezzi ci presentano una amministrazione che non sembre proprio agire con saggezza e oculatezza.

Ora ci aspettiamo che il portavoce faccia il giro delle televisioni e delle radio locali per comunicare ai cittadini che il Comune è in crisi, si sono operati tagli, però il sindaco ha un portavoce ed una agenzia di comunicazione.

Insomma, dovrebbe dire ai cittadini chiaro e tono che : siamo con le pezze al sedere ma pensiamo di essere grandi. 

Ms