- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Gerusalemme. Il Mossad porta in Israele il vaccino cinese per studiarlo

Secondo quanto riferisce Canale 12, Il Mossad,il servizio di intelligence israeliano, è riuscito ad acquisire un numero di dosi non precisate di vaccino cinese  così da poterlo far studiare ai propri centri di ricerca. La notizia non è confermata né confermata dai ministeri competenti che rimandano al Primo Ministro per eventuali dichiarazioni. Ma al momento non risulta aver rilasciato alcuna nota o commentato il  caso.

E’ noto che Israele sta cercando di raggiungere accordi per l’acquisto di vaccini contro il coronavirus da molti altri potenziali sviluppatori, secondo un alto funzionario del Ministero della Salute con un dichiarazione rilasciata a JPOST.

Il Mossad è molto attivo sulla questione pandemica ed è appena il caso di ricordare la sua azione per il reperimento di dispositivi di protezione, ventilatori e attrezzature mediche nel periodo di massima emergenza sanitaria.

Il Mossad è riuscito ad acquistate i dispositivi necessari anche negli Emirati Arabi quando ancora Israele non aveva rapporti diplomatici  e commerciali, da qui, l’ipotesi che l’agenzia si stia muovendo attivamente, ovviamente sotto traccia, per garantire al paese la maggiore copertura medicale possibile ai cittadini di Israle.

Tutto ciò avviene nello stesso tempo in cui l’Israel Institute for Biological Research annuncia che inizierà le sperimentazioni sull’uomo la prossima settimana con vaccino contro il coronavirus, Brilife , che ha già ottenuto la certificazione del Ministero della Salute e il benestare del Comitato Helsinki.

“Questo è un giorno di speranza per i cittadini di Israele”, ha detto il ministro della Difesa Benny Gantz. “Solo due mesi fa, ho ricevuto il primo flacone di vaccino. Oggi abbiamo già 25.000 dosi di vaccino “.