- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Turismo. Strana risposta del Distretto Turistico Sicilia Occidentale a Giulia Adamo

Qualche giorno fa Giulia Adamo, candidata a sindaco della città di Marsala alle prossime amministrative di ottobre, si era lamentata dell’irrisoria informazione della città nel video promozionale lanciato dal Distretto.
La risposta del presidente della “Fondazione” appare quantomeno strana.
Infatti, dichiara che  “Il nostro è un progetto inclusivo per tutto il territorio” – e continua – E In merito alla nota diramata dall’ex onorevole Giulia Adamo, e ripresa da alcuni organi di stampa del territorio, relativa alla partecipazione del Comune di Marsala al Distretto Turistico Sicilia Occidentale, il presidente del Distretto Rosalia D’Alì si premura di precisare quanto segue: Il Distretto ha dato priorità e visibilità a quei Comuni che hanno creduto da subito al progetto di Destinazione. Il progetto è un’iniziativa aperta e il Comune di Marsala ha dimostrato disponibilità e interesse, quindi non appena definirà l’iter burocratico-amministrativo senz’altro ci sarà la possibilità di promuovere Marsala con il contributo dello stesso Comune.

Il Distretto attende con piacere – prosegue il presidente Rosalia D’Alì – di poter allargare la promozione anche a Marsala. Stiamo lavorando su un progetto di creazione e promozione della Destinazione aperto a tutti i Comuni della Sicilia Occidentale, anche a chi non ha ancora aderito all’accordo di collaborazione. Questo è un progetto di sistema per far crescere tutto il territorio e non per fomentare lotte intestine e campanilismi vari. A chi si interroga sulla bontà del progetto dico soltanto che daremo risposte con numeri e risultati che sono già entusiasmanti.  – e conclude – Auspichiamo che il progetto possa coinvolgere sempre più Comuni perché siamo consapevoli che se saremo tutti uniti in un’azione sinergica potremo raggiungere sempre maggiore visibilità e dare valore alla nostra Destinazione” .

Dalla nota del presidente del DS non è chiaro se la città di Marsala non sia affiliata alla fondazione, o, se vi è affiliata, non è stata coinvolta nel progetto oppure non si coordina con il DS.
Ancora più enigmatico è l’affermazione secondo cui il DS “ha dato priorità a quei comuni che hanno creduto nel progetto” e che attende di poter allargare la promozione anche a Marsala. Cosa vuol dire ? Marsala non è parte del DS ? Sarebbe clamoroso visto che è la quinta città dell’isola.
Come osservatori ed operatori dell’informazione esprimiamo dubbi sulla validità  del progetto presentato perché non si comprende come si intende operare, ma sopratutto perchè non appare realistico con l’attuale situazione del paese.
Pensiamo comunque sia doveroso da parte del presidente un chiarimento, necessario e dovuto non solo a Giulia Adamo ma sopratutto ai cittadini lilybetani.

Ms