- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

COVID19. Presidente Musumeci, Sindaco Di Girolamo: vi è così difficile chiedere scusa ai cittadini ?

Nello Musumeci

L’ordinanza del Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci diramata il 18 Maggio  scorso e quella del Sindaco di Marsala hanno sollevato un putiferio per la loro illogicità oltre che per la loro evidente incostituzionalità.
Il Sindaco , si è reso responsabile di una situazione di disinformazione, sicuramente involontaria,  annunciando sulla sua pagina facebook  provvedimenti adottati in materia di COVID19. Al post ha fatto seguito un comunicato stampa che ha confermato le informazioni pubblicate dal Sindaco, ma queste, si sono rivelate difformi  dal testo ufficiale pubblicato all’albo pretorio.

Alberto Di Girolamo – Sindaco di Marsala

Il Presidente della Regione da parte sua ha firmato una ordinanza con cui, tra l’altro, si prescriveva “sempre” l’uso della mascherina anche in luoghi pubblici e/o aperti al pubblico.  La prescrizione però appariva da subito contradditoria e assolutamente incomprensibile perché da una parte prescriveva l’obbligo di indossarla sempre, dall’altra parte, nel secondo capoverso,  si precisava che la stessa doveva essere sempre portata al seguito e usata “all’occorrenza ”.
Con due diversi articoli abbiamo evidenziato l’evidente contraddittorietà , dell’ordinanza di  Musumeci nonché dell’illegittimità e inapplicabilità, per i motivi spiegati, dell’ordinanza del Sindaco Di Girolamo.
Ieri le rettifiche, la revoca dell’ordinanza del sindaco e le precisazioni regionali che lasciano perplessi per le modalità e i toni usati.
L’Assessorato alla Salute della Regione Siciliana “precisa”  senza che sia intervenuta la modifica dell’ordinanza da parte del Presidente, che la mascherina va utilizzata nei luoghi pubblici e/o aperti al pubblico solo se non si può mantenere la distanza di sicurezza , ormai definita nel lessico quotidiano dei media e della politica, distanza sociale. Cosa ci sia di sociale in in comportamento chiaramente asociale è tutto da capire.
Il Sindaco di Marsala , da parte sua e costretto dalle proteste dei cittadini che in qualche caso sui social hanno ecceduto, ha revocato  l’ordinanza precisando che questo non significava un passo indietro.
Appare evidente che chi governa la Regione e il Comune di Marsala non riesce a rispettare i cittadini, ammettere gli errori commessi e umilmente chiedere scusa.
Secondo Charles Osgood “essere politically correct” vuol dire chiedere sempre scusa”.
A maggior ragione quando c’è stato un errore, e soprattutto quando si ricoprono cariche pubbliche.

Michele Santoro