- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Italexit. Il “bluff” di Giuseppe Conte:  “Facciamo da soli”

Le chiacchiere di Conte stanno a zero senza azioni concrete, serie e credibili.
Per una affermazione del genere il Presidente del Consiglio avrebbe necessità di mostrare coraggio, capacità, tattica e strategia politica e non ultimo, avere già in tasca un progetto di uscita dall’euro e dall’Unione Europea.
Che vuole dire “facciamo da soli”? L’affermazione di  Conte appare di per sé ridicola e  tipica di chi si è accorto di aver preso l’aereo sbagliato e che pensi di sbarcare mentre il velivolo è in volo.
Prima l’aereo deve atterrare, e poi possiamo scendere, altrimenti si cade e finisce ovviamente male.

Invece di fare affermazioni di guerra , Palazzo Chigi deve nominare un team d’urgenza che immetta la moneta fiscale nel sistema, pur restando nell’eurozona, e pagando in moneta fiscale una parte delle proprie spese,  garantendo a lungo la doppia circolazione e SOPRATUTTO tutti i depositi in euro in essere a una certa data. Costi quel che costi in termini di indebitamento. Nel frattempo presentare alla UE una richiesta di uscita, come la Gran Bretagna, chiedendo collaborazione alla BCE nella fase di transizione in cambio della promessa di onorare progressivamente almeno una gran parte del debito Target 2  con un piano di rientro pluriennale.

Altrimenti lo scenario che si potrebbe presentare è il panico generale,  la corsa ai bancomat e successiva rapida chiusura degli stessi, corsa ai trasferimenti con bonifico dai conti italiani a quelli esteri e successivo blocco dei movimenti di capitale e impossibilità per 6 mesi circa di pagare le importazioni di qualsiasi tipo, fino alla stabilizzazione monetaria.

Nel frattempo il prezzo delle materie prime può andare alle stelle mentre i redditi restano nominalmente fermi.

Anche i pagamenti interbancari, gestiti con il sistema europeo target, se si fa la guerra all’Europa, vanno in tilt, e si possono fare solo pagamenti in moneta bancaria nella stessa banca sulla stessa banca (Intesa su Intesa, ad esempio). Questo farebbe tornare al baratto e al blocco di tutte le attività economiche in piena crisi di Corona Virus.

Si potrebbe ovviare dando valore legale agli assegni circolari che tutte le banche dovrebbero essere autorizzate a emettere. Anche perché se non si adotta questa misura emergenziale, di colpo falliscono tutte le banche italiane.

Il presssappochismo di Conte è tanto evidente quanto grave e pericoloso per l’Italia.

Se non è un bluff, se Conte improvvisamente pensa di essere diventato una statista e si è convertito alla causa della sovranità politica e monetaria dell’Italia, deve costituire un Comitato di Salute Economica e Pubblica, insomma, un comitato a similitudine di una “costituente”  con la partecipazione di i partiti presenti al Parlamento.

E deve farlo subito, senza perdere tempo, sennò, le sue esternazioni sono aria fritta a cui non crede nemmeno lui.