- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Marsala. Ridotto il servizio rifiuti. Regalo a Energetikambiente … Tutto secondo legge  ?

Si può dire che quando un politico parla di rimodulazione, alla fine per il cittadino si prepara una beffa. Ma che la beffa per i cittadini potesse diventare un grosso regalo a EnergetiKamabiente, bhè, questo poi nessuno se l’aspettava. 
Qualcosa e non di poco è successo con l’avvento del nuovo anno nella raccolta differenziata dei rifiuti a Marsala voluto evidentemente dal  Vice Sindaco Agostino Licari cha ha la delega del settore.
Da tempo Licari andava ripetendo che effettivamente il servizio andava rivisto perché qualcosa non funzionava.
In effetti, se come va ripetendo Licari, la città di Marsala viaggia verso una percentuale del 70% nella raccolta differenziata, non si capiva come mai i rifiuti non riciclabili veniva raccolti per ben due volte la settimana mentre la plastica una volta e il vetro addirittura una volta ogni quindici giorni.
Con il 2020 ci si aspettava quindi una correzione del calendario anche in relazione al tanto dichiarato stato delle cose.
Invece, ecco la soluzione. Si elimina, giustamente una delle due giornate di raccolta dell’indifferenziato e si diminuiscono le giornate di servizio che passano da sei a cinque lasciando inspiegabilmente la raccolta del vetro e metalli ogni quindi giorni.
Logica avrebbe imposto di prevedere la raccolta del vetro e metalli  una volta la settimana e di due volte la plastica.
Alla fine, la tanto decantata rimodulazione del servizio annunciata varie volte dal Vice Sindaco si è rivelata un beffa per i cittadini ed un gradito regalo ad Energetikambiente che riduce sensibilmente i costi del personale vedendosi diminuite, non si sa quanto lecitamente, le giornate di servizio da sei a cinque per un totale di oltre 50 giorni lavorativi in meno in un anno.
Sarebbe ora doveroso da parte del Vice Sindaco spiegare la questione e soprattutto chiarire se la modifica dei termini contrattuali, ovvero la diminuzione dei giorni di raccolta prevista nel contratto di servizio, è supportata dalle norme di legge in materiale contrattuale.
Fino ad oggi l’Amministrazione ha mostrato indifferenza e arroganza politica nel non rispondere alle inchieste pubblicate sulla questione del muto “dimenticato” e della presunta enoteca comunale.
Ci auguriamo che il Vice Sindaco Licari voglia rompere il muro di silenzio.