- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Marsala. Caso Settore LL.PP ed Enoteca Comunale/Palazzo Fici. Insolito ed imbarazzante silenzio dei media e della politica

La domanda che si è posto qualcuno dei nostri lettori a propositi delle due ultime inchieste pubblicate è, come mai la politica e i media sono distratti? Possibile che nessun politico sia pubblicamente intervenuto su due fatti che coinvolgono l’amministrazione ? I media, compreso Ansa, la Sicilia e il Sicilia, che a proposito dell’articolo pubblicato da noi il 30 Novembre 2019 sul caso scuolabus di Marsala Schola sono intervenuti il 3 Dicembre  riportando a loro volta la notizia, questa volta sembra che ignorino completamente fatti che ritenere molto importanti e degni di informazione per i cittadini, è il minimo che si possa dire.

Qualche collega a cui abbiamo espresso i dubbi su questo strano silenzio che circonda le due questioni, riferisce che  la sua testata ha troppe cose da seguire. Qualche altro non ha ritenuto di rispondere alla domanda.

Prendiamo atto. Però va sottolineata una considerazione di una nostra giovane collega di cui per correttezza, non riferiamo il nome.

Secondo il suo pensiero “per adesso potrebbe cadere il mondo, tutto è concentrato sulle elezioni, almeno per gli editori. Le irregolarità ci sono in vari settori. Nessuno ne parla per evitare rogne, ad esempio, vedi il caso Nicola Baldarotta nuovamente denunciato per diffamazione. Sarà assolto spero, ma a quale costo ? La categoria è mal pagata e gli avvocati costano troppo”.

La collega ha, secondo noi, centrato il problema e non ci sono altre considerazioni da aggiungere ad una chiara disamina della situazione marsalese. Però il caso Baldarotta pensiamo non sia molto attinente  al problema sollevato dai nostri lettori circa il “silenzio” di politica e media, ma le sue considerazioni fanno pensare e preoccupano circa la condizione psicologica, oltre che economica, che attanaglia la categoria.

Preoccupante invece, per altri aspetti, è il totale disinteresse della politica locale. L’amministrazione non ha sentito fin qui la necessità di un comunicato quantomeno per una presa d’atto dei fatti, mentre i consiglieri, molti dei quali, compreso il presidente del Consiglio Comunale,  erano a conoscenza delle inchieste, non hanno ritenuto di portare ieri in consiglio le questioni.

Troppi impegnati a discutere di coalizioni, candidature o a valutare, come taluni consiglieri affermano con un certo atteggiamento di malcelata supponenza, che stanno valutando “se ci sono le condizioni per una ricandidatura” specie dopo il ciclone Giulia Adamo che, spiazzando tutti, ha annunciato una sua disponibilità ad una candidatura.
Certo, constatare che la politica locale è troppo impegnata più per le poltrone future che per una attenzione all’amministrazione della città, non migliora di sicuro la già scarsa considerazione che i  cittadini hanno verso questa politica incapace di dare risposte alle giuste richieste di buona amministrazione.

Questa è Marsala, questa è la Sicilia. Poca cosa per una grande Isola che meriterebbe più buona politica e più attenzione.