- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Elezioni regionali siciliane. Ma Cancelleri in tour che programma e che obiettivi ha ?

E’ strano, ma leggendo i resoconti del tour siciliano dei tre moschettieri del M5S, Di Maio, Di Battista e Cancelleri, fino ad oggi a parte generiche dichiarazioni, non abbiamo letto, ci sarà sfuggito,  niente che ci facesse capire, o quantomeno intuire, quale amministrazione potrebbe avere la Sicilia non Cancelleri. 
Certo, se partiamo dalle considerazioni dello scrittore siciliano, Camilleri, che durante un incontro con gli studenti di Porto Empodocle li esortò gli allievi del liceo Empedocle di “stare lontani” dal segretario del Partito democratico e dal M5s, ritenuti dal padre di Montalbano “già cadaveri, già fuori dalla vostra storia. Teneteli lontani dal vostro avvenire” (ndr. Ilfattoquotidiano 23 Giugno 2017), per poi arrivare ad un nulla programmatico, la pochezza politica del candidato del M5S si evidenzia in tutta la sua tragica realtà.
Abbiamo chiesto per tempo all’addetto stampa del M5S che cura il tour siciliano, un incontro per una intervista sui temi della Sicilia. Ci è stato detto che il tour ha tempistiche imprevedibili (!) e quindi era necessario risentirci il giorno prima dell’evento marsalese.
Lunedì 21, chiediamo conferma dell’intervista per poterci organizzare e ci viene risposto che le l’intervista la potevamo fare dopo il palco. Diamo l’ok e ieri riprendiamo il discorso offrendo la redazione di un quotidiano locale distante circa 50 metri dal palco per poter effettuare l’intervista ai tre.
La risposta : niente spostamenti … Chiediamo allora lumi per poter organizzare e la risposta è stata disarmante: “dopo il comizio e la firma delle magliette “solitamente” c’è spazio per le interviste”.
Ribattiamo che dopo il comizio come sempre si forma un vero e proprio assalto alla diligenza e quindi risulta impossibile fare un’intervista. Da qui la decisione di comunicare che non parteciperemo all’assalto della diligenza che “solitamente”, e come noto, non permette di di fare una vera e propria intervista e avere risposte su temi veri e non propagandistici.
Ci viene da pensare che il trio non voglia rispondere a domande pertinenti su programma e assetti istituzionali della regione e preferisca spaziare sulla retorica e su promesse elettorali di impatto.
Se vorranno, se davvero hanno programmi di governo non populisti come dice Camilleri, se Cancelleri sa di conoscere bene la Sicilia e il suo assetto, noi siamo disponibili ad intervistarli, ma senza assalto alla diligenza che non permette di approfondire temi e economici, sociali e politici.
Diversamente, rimane il dubbio che il candidato pentastellato oltre alla propaganda non abbia un programma economico, sociale e strutturale, da presentare ai siciliani.
In ogni caso “diventerà bellissima” (la Sicilia) non lo dice “qualcuno” , lo ha detto un magistrato italiano che risponde al nome di Paolo Borsellino.
Michele Santoro