- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Armi e finanza. I due poteri mondiali

In questi giorni si fa tanto parlare di terrorismo islamico e di quali misure di sicurezza attuare per l’asserita sicurezza della popolazione.

In verità si sta giocando una colossale partita a scacchi tra i grandi produttori di armi e l’alta finanza interessati ambedue all’instabilità degli stati.

E’ nelle emergenze che si crea business ed è nella non sicurezza che si vendono più armi.

Ormai il mondo è in mano a questi due grandi settori che possono disporre di miliardi di euro e stabilire chi deve o non deve governare… in loro nome.

Qualcuno invero aveva provato a spezzare questo circolo diabolico. E’ stato il presidente americano J.F. Kennedy che nel 1964 con l’Ordine Esecutivo Presidenziale (una sorta di DPR italiano) n. 11,110 (ancora in vigore ma mai applicato dai presidenti che  lo hanno succeduto), riportava in mano al governo americano il potere emettere moneta senza dover “chiedere in prestito” alla Federal Reserve che come le banche mondiali è privata (!).

Kennedy fu assassinato a Novembre dello stesso anno e nella sua sventura lo segui Aldo Moro che come lui, tentò di riportare la sovranità monetaria nel 1966 e successivamente nel 1974 con le famose ed uniche 500 lire (serie Aretusa), l’unica banconota che porta la firma del Ministro delle Finanze e sul quale c’è scritto “biglietto di stato  a corso legale“.  Prima e dopo come si ricorderà c’è scritto nelle banconota “Banca d’Italia” (PRIVATA al 100%) – e pagabili a vista al portatore. Dal 2002 la privatizzazione della moneta, a livello europeo, è stata realizzata e si può notare dal piccolo circoletto a sinistra di ogni biglietto all’interno del quale c’è una “C ” .  Questo è il simbolo del copyright, ovvero di una proprietà privata registrata ….

Poi, Moro fu ucciso.
Si disse dalle Brigate Rosse, ma i dubbi che sia morto per aver tentato ripristinare la sovranità dello stato sulla moneta, sono grandi.Come per Borsellino e Falcone, il braccio operativo non sempre è anche la mente …