- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Arresto di Dario Lo Bosco . L’Italia delle tangenti,un albero di carrube marcio all’interno

carrubo [1]E’ ormai una litania la lunga sfilza di notizie che riguardano arresti eccellenti. L’ultimo, in ordine di tempo, quello di Dario Bosco, che era al vertice di RFI, conferma , se mai ce ne fosse bisogno, che la corruzione, la concussione, il ladrocinio e gli interessi privati di pubblici ufficiali e politici, è parte del loro DNA.

L’Italia appare come un grande albero di carrubo completamente marcio all’interno. L’aspetto rigoglioso apparente nasconde il fetore del marciume istituzionale.Non passa giorno che la Magistratura non disponga arresti di personalità vicine alla politica,  dirigenti statali e presidenti di aziende e enti statali.

Non si tratta più di casi isolati, il marcio è generalizzato e tocca tutti i settori della vita pubblica senza eccezione e per la maggior parte delle volte tocca personaggi che guadagnano assegni elevati sull’ordine delle centinaia di migliaia di euro l’anno.

Il potere sembra una droga che fa pensare di essere onnipotenti e impuniti.

Brogli e mazzette, tradimenti e corruzione, sono l’essenza di questo stato nato con la corruzione di funzionari pubblici e con i tradimenti.

La truffa, la concussione e la corruzione, oltre che i tradimenti e i voltafaccia, esplodono oggi ma confermano la vera natura italiana.

Corruttrice e corruttibile.