- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Marsala. Sul bilancio …. Parole, parole parole ….

parole [1]Strano comunicato dell’Amministrazione comunale con il quale si informa la stampa che la Giunta municipale ha approvato il riaccertamento straordinario dei residui attivi e passivi di parte corrente e capitale al 31 dicembre 2014. E’ questo un atto propedeutico al bilancio di previsione. La delibera predisposta dal dirigente di ragioneria , Nicola Fiocca, è stata preliminarmente concertata dall’assessore del ramo, il vice Sindaco Agostino Licari.

Secondo il sindaco dichiara che   “Con questo atto ulteriore deliberativo continuiamo l’iter che a breve ci porterà alla formulazione della bozza di bilancio che successivamente presenteremo in Consiglio Comunale Abbiamo accertato un disavanzo tecnico di oltre 21 milioni di euro che sarà possibile spalmare negli anni successivi anche se rimane il fatto che una parte graverà sul prossimo bilancio di previsione”.

Sempre l’esecutivo con lo stesso atto deliberativo ha anche previsto la somma di 8 milioni come fondo rischi spese legali.

Stiamo procedendo dal punto di vista finanziario in maniera seria e oculata – precisa il vice Sindaco Agostino Licari. Tutto questo, peraltro, è dovuto alle nuove norme di legge in materia di finanza locale in vigore dal primo gennaio 2015. Non per volere attribuire responsabilità agli Amministratori del passato, ma la situazione che abbiamo ereditato non è proprio così fluida, considerato che per molti dei crediti che vanta il Comune non si è mai proceduto con una fattiva azione di recupero”.

Sempre secondo quanto riferisce il comunicato il sindaco e assessori stanno facendo quanto è nelle loro possibilità per inviare in Consiglio comunale una bozza di bilancio che sia quanto più possibile scevra da tagli a servizi o altro. Nei giorni scorsi l’Amministrazione ha dato segnali in ottica spending rewiew quali quello del taglio delle indennità di carica per Sindaco e Assessori fino a dicembre; nonché la riduzione di spese relative all’utilizzo di auto istituzionali e di invio della posta comunale.

Fin qui l’amministrazione. Tutto ciò appare come un fiume di parole che confermano, ove mai ce ne fosse bisogno, che questa amministrazione non avrebbe alcuna intenzione di intervenire in seri tagli non sui servizi ma su sprechi e privilegi che ammontano a qualche milione di euro l’anno.

La domanda che ci poniamo leggendo il comunicato è: ma scusate, come avete stabilito di aumentare la TASI se non avevate fatto i conti per bene tanto da provvedere ad un riaccertamento?

Tutto, compreso lo spot dell sindaco e la giunta che si sono tagliati l’indennità … ma solo per tre mesi (!) , m è soltanto fumo negli occhi perchè apparrebbe chiaro a questo punto che Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale, al di là delle belle parole non avrebbero alcuna intenzione di intervenire a tagliare definitivamente regalie, privilegi, sprechi piccoli e grandi.

Un consigliere qualche giorno fa ci ha detto che intervenire sul blocco degli straordinari è poca cosa.

Ecco. Da qui si comprende come la politica cittadina rimane ingabbiata nel sistema di lobbies interne, che impdiscono una vera operazione di pulizia amministrativa. Gli sprechi e i privilegi, a Marsala sono piccoli, medi e grandi e tutti insieme fanno una voragine.

Conclusione, oltre le parole … fatti pochi e inconcludenti.