- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Marsala. Il parroco muezzin insiste con gli altoparlanti … Vescovo Mogavero pensa di intervenire ?

Quando si dice cristianesimo e rispetto dell’altrui libertà e religione evidentemente chi lo ha detto non ha pensato minimamente a Marsala dove da tempo, malgrado le proteste e l’intervento del Vescovo di Mazara del Vallo, la chiesa è sotto la Diocesi di Mazara, il parroco che celebra la messa  nella piccola chiesa della Contrada San Giuseppe Tafalia,   continua a martellare ogni “santa” domenica mattina e feste cattoliche comandate, i cittadini della contrada e di quelle che sono limitrofe, con la liturgia cattolica apostolica romana con gli altoparlanti del campanile.

Fino ad oggi, nei nostri articoli sul caso (l’ultimo il 14 Agosto  http://www.osservatorio-sicilia.it/2014/08/10/marsala-per-il-parroco-il-rispetto-dell%E2%80%99altrui-credo-e-un%E2%80%99opzional/ [1])    ,  abbiamo evitato di indicare la chiesa, più nella convinzione di un ripensamento del parroco che da quanto ci risulta dovrebbe essere stato contatto almeno dal Segretario del Vescovo con cui abbiamo parlato già prima della Pasqua cattolica, che per questioni legati alla privacy.

In questa storia di privacy non c’è assolutamente nulla e sarebbe ora che la Diocesi di Mazara del Vallo intervenisse con decisione nei confronti di questo parroco a cui sembra non importare nulla dell’altrui libertà di religione.

Il messaggio che arriva dagli altoparlanti della chiesa è del tutto simile a quello dei minareti, ovvero: qui siamo in un paese cattolico e tutti devono pregare il nostro Dio.

Se è questo il messaggio di fratellanza che intende far passare il parroco di Marsala, è sicuro che sta ottenendo il risultato contrario.

La tolleranza ha dei limiti e questi sono stati abbondantemente superati dal prete in questione.

Vescovo Mogavero, è chiaro che gli interventi che sarebbero stati fatti fin qui nei confronti del prete non sono bastati.

E’ auspicabile che adesso finalmente si intervenga con decisione.