- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Marsala. Che idea: l’assessore Musillami propone di creare un moschea in città e il solito gemellaggio

el-jadida-46 [1]Nelle piccole città di provincia quale è indiscutibilmente Marsala, a volte basta poco per pensare di essere una città multietnica e senza problemi di spicciola amministrazione.

A Marsala, sono cronache che arrivano dall’Amministrazione, è un evento tale da organizzare un incontro con il sindaco anche l’arrivo di un gruppo di camperisti che era in giro per la Sicilia (Dic. 2012), oppure l’arrivo in città di alcuni professori e studenti abruzzesi (Mag 2014)

Ed è così che un incontro istituzionale tra il Sindaco di Marsala e il console generale del Marocco, che da buon diplomatico chiede attenzione per i suoi connazionali presenti in città, per la verità assai pochi e quasi invisibili in confronto ad immigrati irregolari di altre nazionalità, viene presentato come una occasione per una piattaforma per lo sviluppo e la cooperazione tra “Marsala” e il Marocco.

E come si evidenzierà questa piattaforma di cooperazione e sviluppo ?

Semplice. Innanzi tutto con la creazione di un’area , dove e a spese di chi non si sa, per incontri congressuali e con spazi modulabili (?), e ovviamente, realizzare un moschea. Piccola però.

Tutto ciò, secondo l’assessore Benny Musillami, “ nella prospettiva di instaurare rapporti culturali e commerciali nei settori, agricoli e turistici”.

Turismo dal Marocco ? Ma se sono gli italiani, siciliani compresi, ad andare in Marocco per turismo mentre dal paese africano arrivano solo immigrati ?

Ma probabilmente l’ass. Musillami non è bene informato sui flussi turistici da e per Marsala, dove per da sta per molti e per, per pochi …

Rapporti commerciali con il Marocco ? Cosa mai potrà offrire la città di Marsala ad un paese votato da sempre all’esportazione dei suoi prodotti, tra i quali si ricordano le arance e l’olio di oliva, che sta distruggendo il tessuto agrumi fero e olivicolo siciliano ?

Giusta conclusione, la pensata di un gemellaggio di Marsala con ll Jadida, cittadina fortificata che si affaccia sull’Atlatico, dichiarata nel 2004 “patrimonio dell’umanità”, già nell’anno in cui a Marsala il Sindaco incontrava i camperisti, che secondo l’ass. Musillami, “ha diversi punti in comune con la nostra città”.

Noi abbiamo cercato di trovarne uno senza successo. Ma forse siamo un tantino distratti …