- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Marsala. Presunto inquinamento da distilleria Acquaviti. Parte civile il Comune, ma le certificazione delle acque ?

Il Sindaco di Marsala,  Giulia Adamo,  dopo avere appreso dell’operazione della DDA di Palermo che ha posto sotto sequestro la distilleria “Sicilia Acquaviti”  e del possibile inquinamento ambientale derivante dagli scarichi di fango e borlande in aree vicino ai pozzi dell’acquedotto comunale,  ha dichiarato “ considerata la rilevanza del possibile reato – ci costituiremo anche parte civile”.

Ne prendiamo atto. Ma Signor Sindaco, da oltre un quinquennio questo giornale chiede al Comune e all’ASP di Trapani che siano pubblicate le certificazioni relative alle verifiche previste per legge della acque potabili.

Della cosa è stato interessato anche l’Assessore regionale Russo prima e poi, Borsellino ottenendo da questo solo un assordante “silenzio”.

Adesso la distilleria Sicilia Acquaviti apre uno squarcio nella questione delle acque marsalesi.

A lei, primo cittadino, che ha la responsabilità della salute pubblica, riproponiamo la nostra quinquennale richiesta: dove sono le certificazioni previste dal Dlgs 31/2011 e succ. vv. ?