- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Marsala. Aspettando “garibaddi” con strade sporche e tombini divelti

Il Consigliere Comunale Giuseppe Carnese, del Gruppo F.I., con una nota inviata al Sindaco di Marsala rappresenta come, Marsala, si stia preparando all’ennesima rappresentazione dello sbarco del grande condottiero, per necessità di stato, Peppino Garibaldi, per molti storici indipendenti più che condottiero, pirata, negriero e sterminatore di popoli, senza quella attenzione dovuta all’eventuale “turista” per caso.

Carnese pone l’attenzione “sullo stato in cui si trovano le strade di accesso alla Città. In particolare si fa riferimento alla zona circostante il costruendo monumento ai Mille ed il parcheggio attiguo dove fanno sosta tutti i bus ed i mezzi di coloro che vogliono visitare la nostra città. Ebbene quella zona dovrebbe essere il biglietto da visita per i turisti, offrendo ai visitatori una immediata gradevole immagine di città pulita, ben tenuta ed organizzata. Ed invece, nel percorrere la via Scipione l’Africano e la via dei Mille il turista, anziché ammirare cosa gli sta  attorno, è costretto a guardare per terra: marciapiedi divelti, tombini malfermi, rattoppi stradali lo costringono ad evitare situazioni di pericolo; per non parlare dei sacchetti di spazzatura che, concittadini poco attenti ed evidentemente non sanzionati, lasciano lungo le predette vie a qualunque ora del giorno, domenica inclusa”.

Carnese polemicamente rappresenta al Sindaco che “fortunatamente la gestione dello spazio verde accanto al monumento non è affidato al Comune ma ad un privato a cui va la mia stima ed il mio personale apprezzamento per il modo in cui mantiene  l’intera area ormai diventata l’unica meta di svago per piccoli e grandi in cerca di un po’ di verde,  dopo che la Villa Cavallotti è sempre più in stato di abbandono con gli alberi che non vengono potati chissà da quanto ed i giochi per i piccoli visitatori non vengono ripristinati!”

Conclude Carnese con un consiglio al primo cittadino “per incentivare il turismo inizi dai “fondamentali”, faccia buona accoglienza e poi aggiunga il resto!