- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Marsala. Contratto Servizio scuolabus : chi ha verificato le capacità finanziarie di Dimensione Uomo 2000 e Mothia Lines ?

E’ questa la domanda che oggi è stata fatta diverse volte al Presidente del Consiglio Comunale di Marsala, Enzo Sturiano, dai lavoratori dello scuolabus, nel corso di un acceso incontro con una trentina di dipendenti della società che hanno vinto la gara del servizio scuolabus per il triennio 2013/2016.

E la domanda scaturisce dal fatto che ancora una volta i lavoratori dello scuolabus non hanno ricevuto lo stipendio (oltre a spettanze del servizio 2012/2013 che non sembrano ancora del tutto state corrisposte malgrado Marsala Schola abbia saldato a suo tempo tutte le fatture alle due società appaltatrici : Mothia Lines e Coop. Letizia ) del mese di dicembre entro i tempi indicati nel contratto nazionale di lavoro.

Tra le cose che ancora si portano in rivendicazione, l’indennità di licenziamento e il totale pagamento del dovuto per il contratto 2012/2013. Poiché non appare chiara la situazione,  il dr. Sala del CdA di  Marsala Schola e la dr.ssa Zerilli da noi incontrati, ci hanno detto che avrebbero predisposto con immediatezza una nota diretta alle società interessate (passate e presenti) per chiedere formalmente notizie sullo stato dei pagamenti.

Il Signor Basile, titolare di Mothia Lines e la signora Oliveri, Presidente della Cooperativa Dimesnione Uomo 2000, nel corso di un incontro con la dr.ssa Zerilli, Direttore dell’istituzione, presente anche il Presidente del Consiglio Comunale, Enzo Sturiano, hanno affermato che le due società senza i trasferimenti comunali non sono in grado di garantire gli stipendi al personale.

Ciò è apparsa una esplicita ammissione di non avere una capacità finanziaria tale e certificata come richiesto dal bando di gara di “possedere affidabilità finanziaria che deve essere attestata da almeno due istituti bancari. La dichiarazione bancaria, a pena l’esclusione, deve fare esplicito riferimento all’oggetto, al CIG, all’importo e alla durata dell’appalto. …. In caso di partecipazione alla gara di un raggruppamento di ditte o di consorzi ordinari, il requisito di capacità finanziaria deve essere posseduto da ciascuna ditta partecipante al raggruppamento o, in caso di consorzio, da tutte le ditte consorziate che partecipano alla gara…”   (pag. 6 del CSA).

Vale sottolineare che se è pena l’esclusione dalla gara  la mancata affidabilità finanziaria, a maggior ragione dovrebbe essere motivo di rescissione del contratto.

Ed allora, senza entrare nel merito di altre questioni tecniche ed operative del servizio e sulla sicurezza dei mezzi, viene da chiedersi se al momento dell’assegnazione della gara a Mothia Lines e Cooperativa Dimensione Uomo, sono state accertate e verificate le capacità finanziarie delle due società.

Secondo il Presidente del Consiglio, se le due attestazioni rilasciate da “almeno due istituti bancari” sono reali perché si permette a Mothia Lines e alla Cooperativa Dimensione Uomo 2000 di non garantire ai lavoratori il pagamento dei loro stipendi regolarmente ?

Se, continua il Presidente del Consiglio davanti ai lavoratori,  le due attestazioni alla fine non garantiscono effettivamente l’affidabilità finanziaria, allora perché Marsala Schola non avvia le procedure per la rescissione del contratto ?

Misteri. Misteri che il Presidente del Consiglio intende svelare preannunciando una nota al Segretario Generale (peraltro incontrato oggi da una delegazione dei lavoratori e dal Consigliere Putaggio), per chiedere chiarimenti circa la regolarità dello svolgimento della gara e dell’effettiva e certificata capacità finanziaria delle due società.

Sturiano si è detto convinto che qualcosa o più di qualcosa in questo bando e nella procedura non appaiono chiari a partire anche dall’importo base della gara che appare sovradimensionato.

E’ chiaro a questo punto che le assicurazioni della dr.ssa Zerilli e del Dr. Sala Michele non bastano più e la questione sembra assumere una rilevanza tale che necessità di un radicale intervento risolutivo e chiarificatore anche in prospettiva 2014/2015 perché appare del tutto improbabile che una situazione del genere possa continuare nei prossimi mesi anche in considerazione che da tempo gli stessi lavoratori lamentano poca sicurezza dei mezzi e mancanza delle dotazioni di emergenze dei singoli mezzi.

A questo proposito la dr.ssa Zerilli e il dr. Sala ci avevano assicurato che avrebbero disposto verifiche settimanali o quindicinali dei mezzi presso l’autoparco comunale. Secondo quanto ci è stato detto dalla dr.ssa Zerilli, tutti i mezzi comunali e delle società appaltatrice dovranno essere allineati nello stesso momento all’autoparco per essere ispezionati da un funzionario del Comune che dovrà certificare la regolarità delle dotazioni e dei mezzi escludendo quindi quelli con vetri in plastica e quelli con parabrezza lesionati (come già denunciato in un nostro articolo).

Si farà ? C’è da augurarselo anche perché sentire che un mezzo (targa TP 385154) appena uscito dalla revisione annuale si è fermato per avaria, non è certo confortante.

Ed ancora. I lavoratori lamentano la decurtazione dello stipendio di settembre inizialmente corrisposto regolarmente secondo contratto è poi decurtato con recupero delle somme per effetto degli accordi sopravvenuti a ottobre per l’assunzione di altri lavoratori.

Lamentano anche, ed è stato rappresentato anche al Presidente del Consiglio Comunale, il fatto che Mothia Lines opererebbe con una graduatoria “diversa” di quella ufficiale di Marsala Schola.

Insomma, molte cose non sembrano chiare e quindi pensiamo sia venuto il tempo di chiarire definitivamente il tutto.

Il Segretario Generale del Comune, presidente di del Cda di Marsala Schola, incontrato stamani dai lavoratori, ha assicurato che il CdA si riunirà quanto prima per valutare la situazione e prendere, se del caso, gli opportuni provvedimenti.

Già, ma cosa significa ? Se viene accertata l’incapacità finanziaria delle due società si avvierà la procedura di rescissione del contratto a partire dalla fine del corrente anno scolastico ?

Di certo, a questo punto due importanti personaggi, il Segretario Generale, persona di indubbia professionalità e correttezza, ed il Presidente del Consiglio, ci stanno mettendo la faccia ed è quindi facile prevede che la questione finalmente giunga a soluzione, qualunque essa sia.

Articoli correlati:

http://www.osservatorio-sicilia.it/2013/12/28/marsala-scuolabus-%E2%80%A6-spettanze-corrisposte-il-personale-smentisce-solo-acconto-e-solo-dalla-coop-letizia/ [1]

http://www.osservatorio-sicilia.it/2013/12/11/scuolabus-a-marsala-un-appalto-assegnato-malgrado-la-mancanza-del-requisito-finanziario/ [2]

http://www.osservatorio-sicilia.it/2013/12/08/marsala-scuolabus-stipendi-in-ritardo-e-decurtazioni-non-motivate/ [3]

http://www.osservatorio-sicilia.it/2013/12/01/marsala-incredibile-ma-vero-per-lo-scuolabus-%E2%80%A6-in-tre-anni-10-500-ore-di-servizi-extrascolastic/ [4]

http://www.osservatorio-sicilia.it/2013/11/30/marsala-scuolabus-%E2%80%A6-aaa-stipendi-cercasi/ [5]

http://www.osservatorio-sicilia.it/2013/11/28/marsala-lavoratori-dello-scuolabus-senza-stipendio-%E2%80%A6-malgrado-le-assicurazioni-di-marsalaschola/ [6]

http://www.osservatorio-sicilia.it/2013/11/23/marsala-scuolabus-era-meglio-quando-si-stava-peggio/ [7]

http://www.osservatorio-sicilia.it/2013/11/09/marsala-scuolabus-%E2%80%A6-dove-sono-finiti-i-soldi-del-tfr/ [8]