- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

CED comune Marsala. Tra Hi-TEC e terzo mondo … !

ced1 [1]Tutti sanno che il settore nevralgico di una amministrazione pubblica è senza dubbio il CED, ovvero, il Centro elaborazioni dati. Ebbene, sembra proprio che al comune di Marsala questo settore, cuore pulsante del sistema senza il quale si blocca tutta la macchina amministrativa, non sia tenuto in debita considerazione.

Già nel novembre 2013 scrivemmo che a “ Marsala: causa caldo, in tilt il sistema informatico del Comune”   http://www.osservatorio-sicilia.it/2013/11/13/marsala-causa-caldo-in-tilt-il-sistema-informatico-del-comune-%E2%80%A6/ [2] .

Parlammo allora con l’ing. Palmieri il quale ci aveva assicurato che si sarebbe attivato per risolvere il grave problema.

Sono passati esattamente 2 mesi e nulla è successo. Venerdì scorso, ci trovavamo al Palazzo Comunale e percorrendo il lungo corridoio est, abbiamo notato la porta del CED aperta così come la porta dell’area server e le finestre che danno sul cortile comunale.

ced [3]Fatto una foto, abbiamo chiesto al personale  spiegazione. Questo ci ha soltanto riferito semplicemente che le porte erano aperte per arieggiare le stanze per disperdere “calore” e polveri sottili derivanti dal consumo dei dischi del server che notoriamente sono costruiti con silicio.

Proprio davanti ai rack dei server, due ventilatori “old system”, per refrigerarli quanto più possibile …  e finestre aperte!

Problema questo che si protrae da circa due anni e che oltre al problema del blocco del server ne ha un altro, riteniamo, ancora più grave e si riferisce alla sicurezza della salute del personale considerato che l’area CED allo stato può definirsi non salubre proprio per  la presenza delle polveri di silicio che senza adeguato sistema di condizionamento e filtraggio, sono presenti nell’area, senza tenere conto che il personale è costretto a tenere aperte le finestre anche nel periodo invernale.

Di più non ha detto rimandandomi al Dirigente del Settore per eventuali chiarimenti.

Cosa è successo è facile immaginare. L’Ing. Palmeri  ci aveva assicurato che avrebbe provveduto a sistemare la questione, di fatto, nulla è stato fatto e il problema persiste nel tempo.

Palmeri ci ha riferito che nel bilancio appena approvato è stato inserito un importo di 120 mila euro per i lavori al CED. L’informazione è parziale e non corretta perché questo importo risulta già inserito nel bilancio 2012.

Ci chiediamo: il Comune di Marsala ha recentemente distribuito contributi a pioggia a diverse associazioni per motivi più disparati. Possibile che in un momento di crisi finanziaria acclarata pensi alla distribuzione di regalie anziché provvedere opportunamente a mantenere efficiente e sicura la macchina amministrativa ?