- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Il raggio della morte! Incidentalmente il MUOS ?

muos [1]“[…] Non c’é popolo che sia più giusto degli americani. Anche se sono costretti a fare una guerra, per cause di forza maggiore, s’intende, non la fanno mica perché conviene a loro. No! È perché ci sono ancora dei posti dove non c’è né giustizia, né libertà. E loro, eccola lì, pum! Te la portano. […]“ (daL’America, di Giorgio Gaber)

Della possibile esistenza del raggio della morte, un’incredibile arma di distruzione capace di colpire da grandi distanze e di far esplodere qualsiasi armamento metallico, si parla dagli anni venti del secolo scorso.
Alla sua base, un flusso elettromagnetico ad altissima frequenza. E ad elevatissimo contenuto energetico, quindi.

Tra i suoi possibili, presunti inventori, negli anni trenta, Guglielmo Marconi, finanziato da Mussolini.
Nella sua autobiografia, Rachele Mussolini racconta di come, in una occasione, i motori di tutte le auto del convoglio che la accompagnava si fossero spenti in contemporanea, rimettendosi in moto solo dopo mezz’ora.
La sera, il marito le avrebbe confidato di un esperimento segreto, una prova del raggio della morte per l’appunto, ideato da Marconi.

Come per l’invenzione della radio, a fare da acerrimo contraltare a Marconi, Nikola Tesla, lo“scienziato pazzo” di tanti.
Più semplicemente, … un genio.
Anzi, … IL genio, … “l’uomo che inventò il Ventesimo secolo”!
Arrivò a sostenere di aver addirittura messo a punto il meccanismo per generare la suateleforce, forza a distanza … «un’energia così tremenda da abbattere una flotta di 10.000 aeroplani nemici a una distanza di 200 miglia dal confine della nazione attaccata e avrebbe fatto cadere gli eserciti sui loro passi. Tale arma può essere utilizzata contro la fanteria di terra o come contraerea»!

Dal 19 febbraio 2004, Canneto di Caronia è conosciuta ed è oggetto di studio per strani ed “inspiegabili” episodi che periodicamente accadono e che hanno riguardato la combustione di contatori e di centinaia di elettrodomestici staccati dalla rete elettrica, autocombustioni, auto in panne e quant’altro.
I primi, timidi tentativi di fornire spiegazioni “plausibili” tirarono in ballo nientemeno chepoltergeist, presenze sovrannaturali maliziose e monelle!
Si parlò poi, assai più prosaicamente, di dispersioni di energia dalla vicina ferrovia elettrificata. Ipotesi mai dimostrata, tuttavia, e che rappresenterebbe un caso più unico che raro nelle migliaia di chilometri dell’italica rete ferroviaria.
Ancora più prosaicamente, nel mese di giugno 2008, la Procura di Mistretta archiviò il caso, parlando di fiamme libere e di mano umana. Sebbene non vi sia mai stata traccia di mano umana e, ancor più, di mano umana in grado di dar fuoco, senza farsene accorgere, ad oggetti metallici, buoni conduttori certamente, ma pessimi combustili.
Pare che, nelle scorse settimane, questa terribile “mano umana” sia tornata ad agire …

Secondo il Gruppo Interistituzionale, all’uopo costituito nel 2005, Canneto di Caronia «è stata colpita da fenomeni elettromagnetici di origine artificiale, capaci di generare una grande potenza concentrata», fasci di microonde con frequenza compresa tra 300 megahertz e alcuni gigahertz.
Test militari?

Incidentalmente, il MUOSMobile User Objective System, è un sistema ad alta frequenza, nello spettro da 300 MHz a 3 GHz, al servizio in primo luogo del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti!

“La Storia dell’America è proprio eccezionale / per farci anche capire perché noi qui stiamo male: / è che facciamo parte del loro grande impero, / ma un po’ troppo periferici: qui, vicino al cimitero! / Per davvero! / Ci danno quattro spiccioli per farci stare buoni, / ci usan come truppa, ci trattan da coglioni, / ci rendon disponibili per mari e per montagne / a togliere per loro dal fuoco le castagne!”(da Viva l’America, di Pino Masi)

Sikeloi