- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Roma. Nel 64° Anniversario della fondazione di Israele, il Municipio X ospita il “processo” ad Israele …

Come ogni anno, in coincidenza con la celebrazione della data di nascita dello stato di Israele, i palestinesi ricordano la ‘Nakba’, la cacciata. Quest’anno la ricorrenza della Nakba è stata ospitata nientemeno che al X Municipio di Roma. Una istituzione pubblica che si presta ad una manifestazione di parte nell’eterno conflitto israelo-palestinese, che appare come un vero processo mediatico ad Israele da parte dei palestinesi,  non sembra proprio una cosa normale.

La Nakba viene celebrata ogni anno da associazioni  ovviamente anti israeliane che sono presenti in Italia, tra le quali Mezzaluna Rossa Palestinese-Italia che che l’ha organizzato nei locali del X Municipio di Roma il giorno 16 maggio scorso.

La Sala Rossa del X Municipio è un luogo istituzionale della Repubblica italiana e tutto si può comprendere, meno che al suo interno vi si effettuino manifestazioni di questo tenore dichiaratamente contro uno stato sovrano.

Opportunità di politica internazionale avrebbero dovuto indurre il Presidente del X Municipio a non permettere ciò ma è successo ed il presidente Sandro Medici ci ha risposto che “…La sala rossa del X Municipio è stata concessa il 16 maggio scorso, al comitato della pace del X Municipio, che ha organizzato un incontro pubblico a sostegno dello sciopero della fame dei prigionieri palestinesi. All’iniziativa ha inoltre partecipato l’organizzazione della Mezza Luna Rossa  la quale l’anno scorso, con la partecipazione di mons. Ilario Capucci, nei giardini del Municipio X venne piantato un ulivo per la pace in Palestina. Vorrei solo aggiungere che sulla cronica e annosa crisi medio orientale, il X Municipio ha sempre sostenuto l’obbiettivo “ 2 popoli 2 stati” condiviso dalla stragrande maggioranza dei popoli mondiali”.

Però  gli email riportavano l’invito a partecipare   alla “Giornata della Commemorazione del 64° anniversario della Nakba”, ovvero, la cacciata.