- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Euno riposa dopo le fatiche … i siciliani “si ‘nni futtunu”

Euno [1]

Euno

Lo scorso luglio, con l’ambizione (o forse la presunzione) di parlare dei “Grandi” di Sicilia, accennai a Ducezio che riuscì a coinvolgere la popolazione sicula nella ribellione contro la dominazione greca, accennai ad Abu al-Hasan Jawhar ibn ‘Abd Allah, più comunemente noto come Jawhar al-Siqilli (Jawhar il Siciliano), ricordato per la sua tolleranza e la sua benevolenza, accennai a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, ad Andrea Finocchiaro Aprile, ad Antonio Canepa, a Luigi Pirandello, a Gesualdo Bufalino e a pochi altri.
In maniera benevola, fui “richiamato” dal direttore Michele Santoro per non aver fatto cenno ad Euno. Fu così che cercai di porre rimedio alla mia mancanza, parlando dello “schiavo che si fece re”, di colui cioè che, messosi inizialmente a capo di poche centinaia di altri schiavi, guidò la rivolta contro le condizioni di schiavitù imposte da Roma, fino ad essere acclamato re col nome di Antioco, assai diffuso nella sua terra d’origine, la Siria.

Con Cleone, che aveva guidato la rivolta di altri schiavi nell’agrigentino, diede vita ad un esercito che arrivò a contare duecentomila uomini e fu in grado di resistere e di sconfiggere a più riprese l’esercito romano. Fino alla discesa, nel 132 a.C., delle legioni del console Publio Rupilio, … con ventimila cittadini trucidati nella sola Enna, in una delle stragi più grandi che la Sicilia ricordi, … se mai i siciliani la ricordino o la conoscano!
Euno fu catturato e rinchiuso nelle carceri di Morgantina, dove morì in prigionia!
Nel castello di Lombardia, ad Enna, una lapide apposta nel 1960 recita … “duemila anni prima che Abramo Lincoln liberasse l’infelice turba dei negri l’umile schiavo Euno da questa sicana fortezza arditamente lanciava il grido di libertà per i compagni suoi il diritto affermando di ogni uomo a nascere libero ed anche a liberamente morire”!

Domenica scorsa ho fatto una … “gita fuori porta”, a Palermo.
Come altre volte, uno dei momenti più gradevoli … il pranzo col caro Pippo Scianò in una caratteristica trattoria del centro, con accesso da un vicoletto così stretto, che due persone affiancate a mala pena vi passano!
La scelta, sempre la stessa, … “spaghetti alla siciliana”, … saltati in padella con burro, pepe e zucchine dapprima fritte in olio d’oliva. Una squisitezza!
All’andata, lungo l’autostrada Catania-Palermo, un paesaggio ed un’immagine che, ogni volta, mi stupiscono!
Lo so, l’occhio umano tende a percepire forme comuni, ogniqualvolta osservi immagini indefinite, come quando si riconoscono volti umani tra le nuvole o tra le strie ed i disegni naturali delle rocce. E so anche che, una volta accaduto … le si vedrà sempre!

Ma la prima volta che mi accadde, mesi addietro, rimasi … a bocca aperta!
Nei pressi dell’uscita per Scillato, lungo il rettilineo immediatamente dopo, appare lei, chiarissima, … la sagoma gigantesca di un corpo in posizione supina, … per la verità, nitidamente, dal collo in su, … fronte sulla destra, il volto, il collo, parte del petto …

Oltrepassata l’intersezione tra le due autostrade, la Catania-Palermo e la Messina-Palermo, … cambia la visuale, … fronte in primo piano, orbite oculari, naso, …

Pur non essendo pratico di quelle zone, ritengo debba trattarsi di Monte San Calogero.
Di primo acchito, la mia fantasia vi ha visto il corpo di Euno dormire del suo sonno eterno, su quella terra, la Sicilia, che egli tanto amò e per la quale si batté, fino a morirne!
Fantasie leggerissimamente da idiota, lo so bene! Ma giuro che è la verità, … Katiuscia può confermarlo!
Fantasia o non fantasia, … Euno lottò per la Sicilia, contro le disumane condizioni imposte da chi della Sicilia non era, ma la sfruttava per il proprio interesse!
Dopo, solo dopo, … si addormentò!

I siciliani di oggi, invece, per la gran parte dormiamo, … ci siamo adattati a dimenticare, o a sconoscere, la storia della nostra terra, dei nostri Padri, … ne sappiamo poco o nulla!
Tutto questo, di fondo, ci sta bene, … cu si ‘nni futti
Ecco, magari con un percorso esattamente contrario rispetto a quello di Euno, … chissà se saremo mai capaci di svegliarci e di iniziare a lottare …

 Sikeloi