- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Elezioni a Marsala. Se anche il clero entra in scena … AAA. Etica e moralità cercasi !

Ieri si è svolto presso l’Auditorium Santa Cecilia a Marsala, un incontro tra i candidati sindaco organizzato dalla Fondazione San Vito e dalla Forania di Marsala, moderato da due prelati …. Padre Giuseppe Ponte e Don francesco Fiorino.   

Un incontro collettivo, il secondo da quanto ci risulta, che in pratica non ha detto niente di nuovo ma che ha messo in vetrina certamente due organismi religiosi che probabilmente avrebbero fatto meglio a rimanere fuori dal contesto elezioni. 

Nelle intenzioni degli organizzatori, l’incontro sarebbe dovuto essere un momento di sintesi dei programmi dei singoli candidati relativamente alla questione sociale.

Ogni candidato ha sottoscritto l’elenco delle cose da fare, opportunamente redatto dai due organismi, che dovrebbero essere realizzate entro i primi 100 giorni di sindacatura, e tutti felici e contenti. 

E l’etica ? già l’etica e la questione morale, i punti cardini di una amministrazione, sembrano essere stati lasciati fuori.

 Eppure, in un momento come quello attuale dove a Marsala è esploso lo scandalo delle case abusive di VIPs, alcune delle quali sembra sanate con documentazioni false, e in un momento in cui in Italia si parla di etica e onestà, sarebbe stato importante sentire i candidati dire: nelle nostre liste nessun candidato è mai stato condannato o inquisito e nessuno è possessore di case abusive lungo la costa … nemmeno i loro familiari. 

Lo scandalo delle case abusive che toccano VIPs viene tenuto sotto tono, nessuno si espone, troppi personaggi sarebbero coinvolti.

E d’altra parte, oltre ai VIPs coinvolti,  si tratta di oltre 2.400 case che a conti fatti equivalgono in media a 6/7000 voti, senza considerare quanti, tra i candidati potrebbero essere a loro volta coinvolti …

 Nessuno si espone, ma allora … l’etica e la moralità ?