- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Amministrative a Palermo. Tommaso Dragotto: “Trasparenza e partecipazione: il Comune sul web”

“La trasparenza e la partecipazione sono due principi fondamentali del programma amministrativo del Movimento Impresa Palermo ed entrambi hanno un ambiente ben delineato nel quale essere adottati: il web”.

 Così il fondatore del Movimento Impresa Palermo Tommaso Dragotto sul suo blog (http://www.tommasodragotto.net [1]).

 “Infatti, – ha aggiunto il manager siciliano – non c’è luogo migliore di internet per comunicare direttamente ai cittadini le attività del Comune, così da garantire da un lato la massima circolazione possibile delle informazioni sia all’interno del sistema amministrativo, sia fra quest’ultimo e l’esterno; e, dall’altro il diritto della cittadinanza a partecipare allo svolgimento ed al controllo delle iniziative comunali e delle varie attività d’interesse pubblico”.

 “Innanzitutto, è necessario un portale del Comune di Palermo più a passo coi tempi rispetto a quello attuale – ha spiegato il candidato sindaco – , la cui struttura è decisamente ‘vecchia’. Ciò che succede a Palazzo delle Aquile, inoltre, deve essere comunicato attraverso l’utilizzo dei social network (Facebook e Twitter in primis), mentre le attività del sindaco devono essere trasmesse alla cittadinanza anche con Foursquare, la rete sociale basata sulla geolocalizzazione, sicché ogni palermitano sappia precisamente dove si trova il sindaco durante la sua attività amministrativa”.

 “Inoltre, ogni seduta del consiglio comunale – ha proseguito Dragotto – dovrà essere trasmessa in streaming sul sito del Comune e poi caricata su YouTube in modo tale che ognuno possa essere sempre informato su tutto quello che avviene a Sala delle Lapidi. In più, grazie all’ammodernamento del sito del Comune, il cittadino potrà richiedere e ricevere direttamente a casa i certificati di nascita, di famiglia, di matrimonio, di residenza, ecc. Evitando così di recarsi negli uffici comunali”.

 “E non è finita qui – ha affermato il leader del Movimento – : perché abbiamo progettato un software che ha come protagonista il piano triennale di sviluppo della città di Palermo, che documenta, in tempo reale, i lavori in corso e da cominciare con la geolocalizzazione delle opere all’interno delle circoscrizioni, con la possibilità per il cittadino di interagire con l’invio di commenti, impressioni, lamentele o eventuali disservizi.

 “Infine, – ha concluso Dragotto – per abbattere sempre di più il digital divide, puntiamo alla creazione di un sistema comunale Hot Spot Wi-Fi su tutto il territorio per offrire la navigazione sul web così da sfruttare al meglio l’innovazione tecnologica di cui il Comune ha bisogno”.