- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Pakistan. In mano ai talebani I due cooperanti rapiti a Multan

Si complica la situazione dei due occidentali rapiti a Multan lo scorso 19 gennaio. Secondo quanto riferisce l’agenzia ANI, che riporta le affermazioni di un comandante militare, i due cooperanti rapiti a Qasim Bela, nel distretto di Multan della provincia pachistana di Khyber Pakhtunkhwa, a circa 600 chilometri dalla capitale Islamabad, sono nella mani dei talebani e detenuti in una località imprecisa ai confini dell’Afghanistan.

I due, il siciliano, Giovanni Lo Porto di Palermo e un tedesco che operavano per la ONG Welt Hunger Hilfe (Aiuto alla fame nel mondo) sono in buona salute e al momento, secondo quanto riferisce The Express Tribune che riporta le affermazioni di un comandante militare talebano, sono in buona salute e al momento non sarebbe stato chiesto alcun riscatto.

I due sempre secondo fonti pakistane, non sarebbero stati autorizzati ad operare in quella zona e non avrebbero informato le autorità pakistane della loro presenza.

La zona in cui sono stati rapiti è considerata ad alto rischio per la presenza di gruppi armati militanti antisciti e antigovernativi.