- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Tributo a Giuseppe Gatì, Siciliano …!

Giuseppe Gatì [1]Esattamente tre anni fa moriva un ragazzo ad Agrigento, quel ragazzo che seppe zittire Vittorio Sgarbi alla presentazione di un suo libro, che apostrofò duramente definendolo “pregiudicato” perché condannato in via definitiva per truffa allo stato.


Era Giuseppe Gatì, siciliano e fortemente convinto della necessità di cambiare questa terra di Sicilia e questa politica delle collusioni.
 

Giuseppe Gatì, è morto tre anni fa in un banale incidente sul lavoro, ennesima “morte bianca” misteriosa, che gli è occorso all’interno del caseificio di proprietà del padre.


Giuseppe Gatì era l’immagine della Sicilia fiera e laboriosa e rimarrà nel ricordo di quanti, siciliani onesti e laboriosi, rifiutano la politica spettacolo e collusa della casta siciliana, e di quanti combattono il sistema siciliano feudale fatto di tangenti, assistenzialismo, truffe e servilismo.


Giuseppe Gatì, era Siciliano, orgoglioso di esserlo e sincero nell’anima.

Sarebbe stato triste assistere allo spettacolo dato da forconi ed autotrasportatori che hanno messo in ginocchio l’Isola e poi hanno tentato di trasformare la loro protesta, giusta per certi aspetti, ma irrazionale e inaccettabile nei modi in cui è stata messa in atto, in rivendicazioni del popolo.

Quasi a rappresentare il popolo siciliano …


Ma non è stato così. Di Giuseppe Gatì non se ne vedono all’orizzonte … purtroppo!