- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Erice. Per Angela Pantaleo, Consigliere Comunale, Tranchida è un sindaco controcorrente e incoerente.

erice [1]Giacomo Tranchida è come i salmoni. Gli piace risalire le acque del fiume mentre gli altri le discendono. Negli anni scorsi abbiamo dovuto faticare, come consiglieri comunali –  afferma il Consigliere Comunale Pantaleo – per avere una qualche lucina di Natale nelle strade ericine. Solo le arterie più importanti, per carità, ché Tranchida è il sindaco contro gli sprechi. E mentre il suo vicino collega, Girolamo Fazio, allegra cicala, addobbava le strade trapanesi facendo felici cittadini e commercianti, il nostro solerte sindaco controcorrente, novella formichina, si dimostrava sparagnino e attento alla spesa, gioendo nel e del buio assurto a emblema della ritrovata e rinnovata sobrietà.

In questi giorni, che tutto il Paese stringe la cinghia e che “sacrifici” è divenuta la parola d’ordine d’ogni amministrazione e a cui è chiamato ogni cittadino, le strade ericine, anche le più neglette e dimenticate, risplendono d’un turbinio di luci come mai nel passato. Sembra che le parti si siano invertite. La cicala divenne formica e la formica cicala. Mettetela come volete ma anche le luminarie natalizie finiscono con il marcare assurdamente i confini tra i due comuni.

Sia come sia, a Tranchida, evidentemente, piace il ruolo del salmone: risalire la corrente e tornare ai luoghi ove possa riprodursi: le urne elettorali. Perché, infine, tutto questo illuminare, tutta questa obliata  parsimonia, prima ostentata, mi pare abbia un solo, obiettivo: quello elettorale di abbagliare i cittadini. Immagino sarà così fino al giorno del voto.

E a proposito di effetti annunci – conclude la Pantaleo – agli ericini in questi giorni sono stati ampiamente comunicate le iniziative per l’occasione del Natale. Un Natale, ad Erice, di cui non abbiamo però, a parte le roboanti comunicazioni sui giornali attraverso i comunicati del Comune, neppure un piccolo volantino, una piccola brochure, tanto in fretta è stato allestito il programma, neppure comunicato ai consiglieri comunali.