- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Carini. Alla scoperta dell’America (1) … Le stranezze di certi viaggi “politici” della speranza

Di solito per “viaggi della speranza” si intendono quelli che noi meridionali facciamo nella ricerca di una migliore assistenza sanitaria al nord o all’estero, non fidandoci della nostra sanità, anche se nella nostra Sicilia abbiamo delle eccellenze che ci invidiano nel mondo.
“I viaggi della speranza” di cui vi voglio parlare riguardano alcuni curiosi contributi elargiti dal Comune di Carini, che lamenta carenza di fondi in moltissimi settori, per delle attività non proprio fondamentali per la sopravvivenza del paese. Ma andiamo ai fatti.

Lo scorso 29 agosto, con Determina n° 115 della Ripartizione XI, si concedeva un contributo al Circolo Auto e Moto d’Epoca “Vernagallo” per la manifestazione “10° giro del territorio storico di Carini – X trofeo Vernagallo”. E’ una manifestazione che si ripete ogni hanno da 10 anni e, lungi dal voler criticare quali benefici ha apportato al territorio di Carini, alle sue attività produttive o turistiche, è curiosa la richiesta di quest’anno: “Il sottoscritto… omissis… chiede un contributo di € 4.000,00 a sostegno della manifestazione di cui all’oggetto, che interesserà il territorio storico della Baronia di Carini. In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, molti soci partecipanti al X Trofeo “Vernagallo” hanno chiesto di poter visitare i luoghi storici che hanno caratterizzato la nascita della nostra Nazione in particolare l’isola di Caprera dove riposano le spoglie di Giuseppe Garibaldi. Ringraziando per la benevola accoglienza, porgo Cordiali Saluti”. Firmato il Presidente…

A fronte di una richiesta di 4.000 euro il comune ne concede 2.500,00 prelevando i fondi dai capitoli di bilancio relativi a “Spese per la banda musicale” (per 2.000 euro) e “Spese per la promozione ed il miglioramento dei servizi di accoglienza turistica” (per i restanti 500 euro). E fu così che i soci del Circolo Vernagallo poterono andare a visitare Caprera…

Il 7 settembre, con Determina n° 119 sempre della Rip. XI in conseguenza dell’atto di Giunta Comunale n° 158 del 24/08/2011, si concede il contributo all’Associazione Marinai d’Italia per partecipare al XVIII Raduno Nazionale Associazione Marinai d’Italia che si sarebbe svolto il 24 e 25 settembre a Gaeta. Anche in questo caso si tratta di un evento per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia e si richiede soltanto la possibilità di compartecipare alle spese di viaggio, senza chiedere nello specifico una somma.

Ma si sa, il Comune di Carini è generoso… allora ecco pronti 1.500,00 euro prelevati dal capitolo “Spese per la promozione ed il miglioramento dei servizi di accoglienza turistica”. Anche in questo caso viaggio assicurato.
Altro viaggio, altre spese, di cui al momento non possiamo però darvi il dettaglio perché ancora oggetto di trattativa tra le varie ripartizioni del Comune.

Il famigerato “Columbus Day” che si terrà negli USA nei prossimi giorni. Fino a ieri si sapeva che era tutto a carico dei partecipanti, senza alcuna spesa per il Comune di Carini. Oggi pare che qualcosa stia mutando, ad un paio di giorni dalla partenza.

Anche qui lungi da noi criticare l’organizzazione dell’evento ed i partecipanti, magari sarebbe stato più trasparente e proficuo fare prima un bando pubblico per chiedere chi voleva partecipare, invece di impiattare il tutto come un cibo precotto.

E magari ci si poteva informare (basta leggere un paio di pagine di un libro) prima di scrive corbellerie storico-architettoniche nelle brevi 7 righe di testo sulla Chiesa Madre di Carini (che per la cronaca non è mai stata dedicata al SS. Sacramento ma sempre all’Assunta, non ha una facciata tardo-barocca ma neoclassica, ed era già parrocchia nel 1300 e non dal 1523…).

Ma che c’entra il titolo “I viaggi della speranza…”. Beh, visto che il Comune non ha difficoltà a spendere soldi per viaggi di piacere, ma non trova i fondi per le scuole, per stampare un pieghevole decente invece che le fotocopie in bianco e nero per i turisti che visitano il Castello (invece di spendere i soldi dell’apposito capitolo accoglienza turistica per i viaggi degli altri…), e per tantissimi altri piccoli e grandi problemi della nostra città, la speranza era che i “viaggiatori” con i nostri immancabili amministratori al seguito (ops… avevo dimenticato a scriverlo…) rimanessero nei luoghi visitati: l’Isola di Caprera (dove Garibaldi fu praticamente esiliato dal neonato Governo Italiano dopo avergli regalato l’Italia); il carcere militare di Gaeta (visto che ci sono andati rappresentanti militari…) e per ultimo, visto che la colonia più nutrita va negli USA, suggeriamo (o meglio supplichiamo) al Presidente Obama di utilizzare gli spazi che si stanno liberando a Guantànamo, in zona Caraibi (si trova a Cuba…) per offrire un bel soggiorno agli ospiti del Columbus Day.

Molti lo ringrazierebbero…

Amborgio Conigliaro