- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Ancora disperso nel Mediterraneo il peschereccio mazarese. Sulla zona elicotteri dell’82° CSAR di Birgi

Alle 07:00 di oggi,  un elicottero del soccorso aereo dell’82° Centro C.S.A.R. (Combat Search and Rescue) del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare è decollato, su ordine del COA (Comando Operazioni Aeree) di Poggio Renatico (FE), alla ricerca di un peschereccio disperso al largo di Mazara del Vallo (Tp). 

Dopo un primo allertamento da parte del RCC (Rescue Coordination Center), cellula di coordinamento dei soccorsi del COA, è giunto l’ordine di decollo immediato per l’equipaggio d’allarme dell’82° Centro C.S.A.R. con nominativo “RIMA”. L’HH-3F in 30 minuti ha raggiunto la zona di ricerca indicata dalla Capitaneria di Porto.

 L’allarme è stato lanciato dalla moglie del marinaio la scorsa notte dopo averne atteso invano il rientro per un giorno intero. Il pescatore, a bordo del suo semicabinato di 6,5 metri, era partito per una battuta di pesca la notte del 29 settembre ma non ha fatto rientro e sono scattati, quindi, i soccorsi  che hanno tenuto impegnato l’elicottero per circa 2 ore e 30 minuti.   

 L’equipaggio, composto dal T.Col Guadalupi (pilota capo-equipaggio), Cap. Petracca (secondo pilota),  Maresciallo  D’Ambrosio  e Maresciallo  Mega   (operatori di bordo), Maresciallo Rodriquez (aerosoccorritore), Primo Maresciallo Perrone (assistente di sanità), ha fatto rientro a Birgi alle 10.45 ma la ricerca, purtroppo, ha avuto esito negativo. 

La ricerca è stata condotta in cooperazione, sul posto, con una motovedetta della Guardia Costiera.