- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

U.S. Marine kills in cowardly way a puppy dog. Silence from the White House and the U.S. ambassador in Rome

Ho avuto modo di conoscere i marine americani con i quali ho lavorato a fianco a fianco e conosco bene la loro onestà, professionalità e senso dell’onore oltre che per il loro alto senso della patria e del corpo, ma molto spesso mele marce emergono da questo ambiente fatto di ferree regole e disciplina.

Sono innumerevoli i casi di marine che si sono resi colpevoli di atti vili e contro ogni norme civile. Uomini e donne che deridono ed umiliano altre donne e altri uomini sconfitti, uomini e donne che ebri del potere della vittoria perdono, semmai lo avessero mai avuto, il senso civile e dell’onore.

Quasi sempre fatti denunciati dagli stessi marines che hanno poi con durezza condannato i colpevoli.

In  Iraq i casi di pura delinquenza se ne contano tanti e non di meno, secondo quando riportano inchieste terze ed indipendenti, accade in Afghanistan dove, si può vedere un vigliacco marine prendere in mano un cucciolo di cane e buttarlo in un burrone.

Il video denuncia, già CENSURATO su Youtube perché i contenuti hanno violato i termini di servizio, ma presente su Corriere.it (http://video.corriere.it/marine-crudele/6bcafadc-ea9c-11dc-8a30-0003ba99c667 [1]) è del 2008, ma di questo militare e della sua condanna per atrocità nulla si è mai saputo e una cortina di silenzio pare essersi calata sui fatti e sull’individuo.

A distanza di qualche anno, abbiamo chiesto all’attuale Ambasciatore americano a Roma se gli USA avessero preso provvedimenti contro questo ignobile individuo e quali.

Abbiamo atteso qualche giorno ma dalla sede diplomatica USA di Roma nessuna risposta, neanche la semplice comunicazione di prassi quale  … abbiamo ricevuto la vostra nota e stiamoverificando …!

Si chiama bon ton diplomatico, ma forse si applica solo a “certi livelli” di giornalismo, ma questo valeva solo quando i giornali erano soltanto cartacei e non c’era l’era internet e dei quotidiani on line che raggiungono il mondo intero in tempo reale  … 

Forse l’Ambasciatore americano pensa che il suo silenzio giovi agli USA e all’immagine dei marines?

Forse in America questi gesti ignobili sono permessi e tollerati all’interno delle Forze Armate ?

Probabilmente si, visto che al silenzio dell’Ambasciatore USA a Roma si aggiunge anche il silenzio della Casa Bianca a cui abbiamo inviato video e chiesto un commento …

Noi pensiamo che gli USA dovrebbero chiarire se se punizione è stata comminata al marine in questione se il video è reale come pare visto che è pubblicato da Corriere.it ed ancora visibile.

Un animale non è certo un uomo, ma è un essere vivente e chiunque commette crimini del genere, ingiustificati e finalizzati al piacere deviato mentale, non può e non deve essere coperto da omertà istituzionali