- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Libia, Gheddafi e Berlusconi. Baciamo le mani a “vussignoria” ….

baciamano oress TV 27 2 2010 meeting lega araba [1]Silvio Berlusconi, l’uomo venerato, non si sa quanto per vera ammirazione o per mero interesse, da 316 deputati nazionali e da 156 senatori della repubblica, sta dimostrando al  mondo quanto variabile sia la politica estera del suo governo e quanto egli stesso si senta “vicino” all’uomo forte di Tripoli al quale ha vergognosamente baciamo le mani durante un incontro internazionale.

Immortalato dalla televisione, il “baciamo le mani” di Berlusconi seguito da uno schifato Gheddafi che girandosi di spalle si è “pulito” sul suo vestito, è stato il  momento più bassa dell’onore e della dignità dello stato italiano.

PressTV che ha ripreso la scena, l’ha definito “gaffe”. Gentile la redazione dell’emittente, o forse, semplicemente ironica al punto giusto!

Un baciamano che nella filosofia islamica significa piena sottomissione e che fa venire forte il sospetto che questo atto di prostrazione del presidente del consiglio italiano, possa essere un personale “grazie” a Gheddafi.

Una foto e un video che ha fatto il giro del mondo e che rimane come una vergognosa ferita all’immagine dell’Italia, che, paradossalmente, in Italia è stato mostrato pochissime volte. Quasi una generale autocensura dei media nazionali.

Invece di pensare ad approvare provvedimenti per evitare che Berlusconi risponda alla giustizia per fatti   che nulla hanno a che fare con la sua azione di governo, i parlamentari vergognarsi di un presidente del consiglio che si sottomette così vergognosamente dinanzi a Gheddafi.