- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Priolo/Melilli. I cittadini stiano tranquilli, la Regione farà il rigassificatore …

Non c’è pace per il triangolo della morte. La Sicilia, terra di mare, sole, arte e cultura, massacrata nel i supremi interessi del nord. A Palermo si stanno forzando le tappe per “iniziare” la costruzione di un altro ecomostro foriero di morte e di inquinamento ambientale.

Si e’ svolto stamattina infatti, al dipartimento regionale all’Energia, il tavolo tecnico Regione-Ionio Gas, convocato dall’assessore Giosue’ Marino per realizzare il rigassificatore nell’area del comune di Melilli, in provincia di Siracusa.

“Sono state esaminate e valutate attentamente – ha spiegato Marino – tutte le prescrizioni inderogabili per l’amministrazione, ma pienamente condivise dalla Ionio Gas, la societa’ che intende realizzare l’impianto. Ora saranno convocati ufficialmente tutti i soggetti che a vario titolo sono coinvolti nell’iter autorizzativo dell’avvio dei lavori dell’infrastruttura, in modo da definire le rispettive competenze tecniche e giuridiche.

I lavori del tavolo sono stati coordinati dal dirigente generale del dipartimento, Gianluca Galati, alla presenza del capo di gabinetto dell’assessorato, Antonella Bullara.

Eppure il Presidente Lombardo sa che esistono le navi rigassificatrici. Perchè non stoppa l’iter e manda a casa Ionio-Gas a farsi costruire a Trieste una bella nave ?

 E no, costa troppo. Meglio distruggere la Sicilia, con il consenso della casta sicula. 

Insomma, le prescrizioni sono condivise da Ionio-Gas e quindi, su con la vita, il governo autonomista regala a Melilli un altro mostro così, nel caso che qualcuno pensasse insufficiente l’aria già inquinata, ecco servito, su un piatto d’argento a Ionio-Gas, il via al massacro.

Giusta conclusione di un governo politicante senza alcun programma serio per amministrare un’Isola già abbondantemente stuprata e violentata.