- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Rifiuti. Lo smaltimento a Trapani decisione priva di un criterio scientifico e pericolosa all’ambiente e alle persone

La Rete Rifiuti Zero Aragona e le Associazioni Rifiuti Zero Biancavilla, Rifiuti Zero Catania, Rifiuti Zero Messina, Rifiuti Zero Palermo e Rifiuti Zero Trapani dichiarano che la scelta di smaltire i rifiuti mediante qualunque forma di incenerimento non solo è priva di fondamento scientifico e nuoce all’ambiente e alla salute, ma distrugge rilevanti risorse economiche e potenziali posti di lavoro.       

Le associazioni sopracitate, in seguito alle dichiarazioni rilasciate negli ultimi mesi alla stampa dall’On. Raffaele Lombardo, Presidente della Regione Sicilia nonché Commissario Straordinario all’Emergenza Rifiuti in Sicilia, riguardo gli impianti di incenerimento dei rifiuti, da lui definiti “tecnologia fallimentare” e “impianti inutili e dannosi”, chiedono al Presidente Lombardo che le sue posizioni contro gli inceneritori o “termovalizzatori” vengano oggi rinnovate, o, in caso contrario, che sia manifestato esplicitamente che è in atto un inspiegabile ripensamento a tal proposito.

Le associazioni suddette invitano inoltre ad una ponderata riflessione sull’argomento poiché le importanti scelte che si stanno pianificando in materia di gestione dei rifiuti in Sicilia rischiano fortemente di condizionare, per i prossimi dieci anni, la salute, il lavoro, l’economia e il benessere dei Siciliani. Le associazioni sopracitate sottolineano infine l’importanza che siano coinvolte le associazioni ambientaliste di settore e con il loro contributo venga rivisitata la stesura del Piano Rifiuti prima dell’ufficializzazione dello stesso.