- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Comune di Marsala. Ai servizi sociali un GPS che fa smarrire la bussola …

Cos’è un GPS lo sanno tutti. Orami il navigatore satellitare è entrato nella vita degli italiani che lo usano anche quasi quotidianamente. A Marsala il GPS anche chi lo usa spesso si trova in un punto esattamente l’opposto di dove dovrebbe considerato che la città non ha una mappa toponomastica …

Ma il GPS di cui parliamo oggi è un non meglio identificato software denominato appunto GPS 001, che sarebbe l’acronimo di “Gestione Politiche Sociali”.

E già il termine “gestione politiche” lascia molto perplessi  così come lascia perplessi l’inusuale procedura adottata dal dirigente vicario del settore, Rosa Adamo,  (ma esiste un dirigente vicario se è regolarmente presente un dirigente effettivo che risponde al nome di Scialabba ?)che scrive al consulente del sindaco per ottenere un parere sulla fornitura (?) di tale software.

Ma gli allegati e la stessa lettera del dirigente vicario (?) appaiono alquanto illogiche. Detto in termini di GPS, fanno perdere la bussola …

Nella lettera  si dice che il settore intende dotare gli uffici di Via Trapani (?) di postazioni per la gestione delle politiche sociali senza chiarire quale tipologia di “software” intende realizzare né allega una nota informativa tecniche dello stesso né se si è stata fatta una ricerca di mercato.
Insomma, giusto il software della SINTEL !

Nel prosieguo della lettera però, c’è una forte contraddizione, perché si legge che la società ha già fornito al settore il software gestione distretto sanitario e “gestione servizi sociali” (diverso dalle politiche sociali di cui si vorrebbe acquisirne il software ??).

Contraddizione che diventa alquanto sospetta se aggiunta alle dichiarazioni della SINTEL che scrive nella proposta di assistenza e addestramento (???)  “i Vs uffici utilizzano il prodotto software GPR-001 Gestione Politiche Sociali” ?

Allora, questo GPS è stato già acquistato con condizioni economiche che riteniamo quanto anomale e che saranno oggetto di attenzione in un secondo articolo , oppure è da acquistare ?

Così come sono messe le carte si potrebbe ipotizzare che il GPS sia stato già acquistato e quindi, a cose presumibilmente fatte, si rende necessario, a posteri, formalizzare la questione.

Attendiamo, come per il caso del software per la rilevazione del personale, che l’amministrazione comunale dia delle risposte e chiarisca i fatti.  

E nel caso del GPS, tra le altre cose, sarebbe da capire con quale cognizione di causa si pensa di installare presso alcuni uffici comunali un software quando il comune ha n server centrale autogestito.

Logica e buon senso,  imporrebbero che tale software vada inserito, se ancora da acquistare,  opportunamente nel server centrale con password per accesso.

Ma poi, come si fa a chiedere un parere (tecnico ? economico ? di fattibilità ? di opportunità? ) con un solo preventivo , di una azienda, che peraltro come scrive la società, opportunamente contattata in precedenza, quando è prevista la presentazione di almeno cinque preventivi , e al consulente “esterno” del sindaco ?