- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Ambiente. Video denuncia di Muovi Palermo sul fenomeno delle discariche abusive

 

Il video denuncia di Muovi Palermo sul fenomeno delle discariche abusive in città e la richiesta di delibera al Coniglio comunale per  lo stanziamento in bilancio di un capitolo di spesa  per l’ installazione di un sistema di videosorveglianza.

Dalla denuncia alla proposta, passando dal coinvolgimento dei cittadini.

Muovi Palermo presenta il suo video denuncia sulle discariche della città, col piglio ironico che ha sempre contraddistinto l’ associazione. Si conclude con la proposta: la richiesta di delibera, presentata già lo scorso 16 novembre al gruppo consiliare

Un’ Altra Storia e per conoscenza a tutti i gruppi consiliari, di deliberare lo stanziamento in bilancio di un capitolo di spesa  per l’installazione di un sistema di videosorveglianza realizzato con telecamere a circuito chiuso collegate con il corpo di Polizia Municipale, per monitorare tutti i siti critici, maggiormente  interessati dal fenomeno delle discariche abusive.

  Il video denuncia di Muovi Palermo è stato realizzato grazie alla collaborazione dei cittadini, soci e simpatizzanti, che dietro nostra richiesta hanno inviato segnalazioni e materiale fotografico delle discariche abusive che incontravano passeggiando per Palermo.

I ragazzi dell’associazione hanno girato in lungo e in largo tra le circoscrizioni e sistemato degli striscioni in ogni discarica incontrata. Le frasi contenute vogliono sensibilizzare sull’importanza dei rifiuti come fonte di energia, della raccolta differenziata come risparmio. Vogliono denunciare come la criminalità organizzata sfrutti la situazione di emergenza in cui Palermo si trova.  

La fase operativa è scattata il giorno seguente alla dichiarazione dell’Amia: “L’emergenza rifiuti in città è finita”.

Questo video quindi smentisce, se non bastasse il semplice guardarsi attorno,  ciò che l’Azienda municipale per l’Igiene ambientale vuole far credere ai cittadini.

E’ chiaro che le strade presenti nel video non sono quelle del “salotto di Palermo”, ma delle periferie, dei quartieri “a rischio”. Le zone nascoste agli occhi dei più.

Ricordiamo inoltre che ogni anno gli interventi sulle quaranta discariche “conosciute” in città costano circa 600.000 euro, oltre al danno ambientale e di immagine.  Basta considerare quante discariche “sconosciute” ci sono in città per renderci conto di quanti soldi vengono sperperati. 

L’elenco delle discariche che abbiamo redatto (in allegato) è lunghissimo e comprende indistintamente tutte le 8 circoscrizioni. Per discariche abusive intendiamo deposito illegale di rifiuti di ogni genere: rifiuti ingombranti, speciali, rifiuti urbani, urbani pericolosi, inerti.