- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Trasparenza enti pubblici. Perché non c’è l’albo pretorio on line ?

E’ quanto si chiedono i rappresentati dell’associazione L’Altra Sciacca, molto attiva nelle attività di tutela dei diritti del cittadino.

Con una lettera inviata al Sindaco di Sciacca, Vito Bono, e prendendo lo spunto dalla questione delle piattaforme petrolifere che si asserisce essere state regolarmente autorizzata con pubblicazione all’albo pretorio, l’associazione chiede all’amministrazione che l’albo pretorio sia pubblicato on line per dare massima trasparenza e visibilità. 

Ecco il testo della lettera che pensiamo debba far riflettere tutti i sindaci siciliani.

“Egregio Sig.Sindaco, Dott. Vito Bono, quella che ci accingiamo  a fare è purtroppo  una  riflessione amara alla luce, soprattutto, degli avvenimenti degli ultimi giorni che sono stati, come presumiamo saranno anche i prossimi, caratterizzati  da incredulità e sconcerto. Per fortuna, dalla mobilitazione delle migliori energie della società civile è sorta la speranza di scongiurare  l´incubo della materializzazione di piattaforme petrolifere davanti alle nostre coste ma adesso, oltre ad essere giunto il momento di passare a fatti che possano concretamente allontanare tale pericolo, sarebbe bene, a nostro avviso, porre le basi affinché, in futuro, simili eventualità non abbiano ad avverarsi e non possano verificare neppure le condizioni per cui la gente non debba essere informata in tempo.

Oggi ci troviamo letteralmente con il petrolio alla gola, domani chissà con che altro. L´Albo Pretorio si trova all’interno dell´Atrio superiore del comune, ma nessuno si era accorto dell’esistenza dell’annuncio della San Leon Energy Srl, senz’altro a causa della modalità di pubblicizzazione dei documenti che, anche se affissi regolarmente, non permettono d’essere agevolmente consultati da parte di tutti i cittadini. Sembra anche chiaro che la società in questione abbia giocato d’astuzia, dall’alto del suo capitale sociale di appena 10.000 euro, nel presentare esclusivamente un’istanza  indirizzata al Responsabile Affissioni dell´Albo Pretorio omettendo gli uffici competenti e guardandosi bene dall’inserire in  oggetto che includeva una richiesta di osservazioni alla VIA. Se non fosse stato per la solerzia del nostro socio Ing. Mario Di Giovanna che,  avvinto da amorosi sensi, scruta regolarmente l´Albo Pretorio, probabilmente nulla  mai avremmo mai saputo di quanto si stava preparando. Avremmo scoperto chissà quando, sicuramente troppo tardi, che la sagoma di piattaforme petrolifere avrebbe interrotto il nostro orizzonte e sporcato il nostro mare.

Oggi, la sua amministrazione e l´intera società civile possono fare qualcosa per scongiurare tale pericolo anche se c´è sempre da augurarsi che simili emergenze non abbiano a ripetersi in futuro, per la salvaguardia del nostro territorio e di tutta la comunità che la abita.

Pertanto, Sig. Sindaco,  l’associazione di promozione sociale L’AltraSciacca chiede formalmente, con la presente, di adempiere alla promessa inoltrata ai suoi elettori (ed immortalata da un´intervista concessa al nostro sodalizio durante la campagna elettorale), condizione imprescindibile per il buon governo della città:  LA TRASPARENZA

Infatti, era stato esplicitamente dichiarato da Lei, futuro  Primo Cittadino di Sciacca, che una delle priorità della sua Amministrazione sarebbe stata la creazione di un Albo Pretorio on-line, attraverso il quale pubblicare tutti gli atti che oggi vengono affissi nell´atrio superiore del Comune, in maniera da permettere a tutti i Cittadini di poter controllare comodamente da casa l´operato della Pubblica Amministrazione.

Ci duole però osservare che, a distanza di quasi un anno da quella campagna elettorale e dalle successive elezioni,  e sulla scorta degli ultimi avvenimenti,  ancora nulla è stato fatto a riguardo. Ma non è ancora troppo tardi!!

Mettiamo a  disposizione della sua amministrazione e della nostra città, in maniera assolutamente gratuita, le nostre capacità ed il nostro tempo libero, anche provvisoriamente, per l’istituzione, la pubblicazione e l´aggiornamento dell´Albo Pretorio online.

Chiediamo a gran forza al Sindaco di mantenere fede all´impegno assunto nel periodo elettorale nel più breve tempo possibile. Impegno che rappresenta, tra le altre cose, anche un obbligo di legge”.