- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Aimeri Ambiente. Dal Consiglio Comunale una voce: rescindere il contratto …

I Pizzimbone con Berlusconi

I Pizzimbone con Berlusconi

La questione del disservizio creato da Aimeri Ambiente è diventata un caso politico e vengono a galla anche situazioni gravi che quali quelle che sarebbero, secondo quanto riporta il quotidiano La Sicilia del 4 maggio, al Dirigente del settore NU di Marsala, Lillo Princi, sarebbero parecchie segnalazioni della Polizia Municipale di inadempienze contrattuali da parte della società Aimeri, che ricordiamo, non effettua il servizio porta a porta per almeno il 40% del territorio, oltre a non garantire, o garantire in minima parte, servizi qualificanti ed importanti quali la pulizia delle strade e il loro diserbo.  

Il Consigliere Michele Gandolfo, capo gruppo UDC, partito di maggioranza che appoggia l’amministrazione Carini,  nel corso dell’ultima seduta del Consiglio Comunale è stato di una chiarezza unica nel silenzio generale sulla questione.

Tace i Sindaco, o meglio, si chiama fuori ricordando che è stato l’ATO1 a fare il bando ed è l’ATO che gestisce il servizio, e tace l’ATO1 Terra dei Fenici, il cui presidente è stato peraltro indicato dall’Amministrazione marsalese.

Pagano, e a caro prezzo, i cittadini per un servizio deficitario e peggiorativo rispetto al già precario servizio prima dell’avvento di Aimeri.

Riteniamo grave il silenzio delle istituzioni e soprattutto, riteniamo grave che ancora nessun consigliere abbia sentito la necessità di chiedere che vengano inviate alla Procura tutti gli atti relativi al contratto e alla lunga sequela di inadempienze da parte di Aimeri.   Così come risulta alquanto grave che Aimeri e l’ATO1 non abbiano ancora dato notizie circa i centri di “conferimento” dei rifiuti che si asseriscono differenziati e, ovviamente, informazione sulle entrate derivanti.

Si tratta di un contratto di 160 milioni di euro e non è ancora chiaro come sono stati fatti i conti per il bando di gara. Perché nessuno si muove ? Misteri !