- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

SCIANÒ (FNS): in Catalogna si è aperta una nuova “ERA” per le nazioni senza stato

64PX-E~1Gli Indipendentisti di lu FRUNTI NAZZIUNALI SICILIANU – “SICILIA INDIPINNENTI”salutano con gioia il nuovo, grande, passo avanti compiuto dalla Nazione Catalana nel proprio cammino verso l’indipendenza e verso la sovranità.

I dati della recentissima Consultazione dello scorso 25 aprile costituiscono, infatti, una ulteriore prova del fatto che la “VOLONTÀ” del Popolo Catalano è quella di conquistare l’INDIPENDENZA nel nome della democrazia, della legalità, della giustizia, della continuità della propria storia, del diritto alla libertà. E del diritto al futuro. Il tutto, ovviamente, in modo pacifico e nella prospettiva europeista. E guardando con fiducia al Mediterraneo.

L’ F.N.S è orgoglioso che due dei massimi dirigenti del partito, il Dr. Giuseppe SCIANÒ, Segretario Nazionale, e il Dr. Giancarlo ALAGNA, che è anche il Presidente dell’Associazione Culturale “SICILIA-CATALUNYA”, siamo stati nominati Componenti del Collegio degli Osservatori Internazionali che hanno avuto il compito di assistere a tutte le operazioni elettorali.

Gli Osservatori erano circa cinquanta e rappresentavano i partiti ed i movimenti indipendentisti dell’EUROPA, innanzi tutto, ma anche dell’Africa e del Continente Americano.

“È stato, questo, un modo per mettere al centro del dibattito la validità delle rivendicazioni delle “Nazioni ABROGATE”, quando queste si richiamano alle ragioni della DEMOCRAZIA e al diritto-dovere di decidere sulle scelte che le riguardano più direttamente” ha dichiarato, – al ritorno da BARCELLONA, – Pippo Scianò, che ha sottolineato come l’INDIPENDENZA non significhi affatto isolamento, ma, al contrario, collaborazione, solidarietà ed amicizia fra tutti i Popoli del Mondo. E reciproco rispetto in Europa e nel Mediterraneo.

Il Dr. Giancarlo ALAGNA ha, – a sua volta, – manifestato apprezzamento per il clima di partecipazione consapevole della Società Civile catalana alla Consultazione referendaria.

Ed ha evidenziato come la CORRETTEZZA con la quale sono state svolte tutte le operazioni elettorali sia stata esemplare.

“L’impegno prioritario e totalizzante di seguire le operazioni elettorali, tuttavia, non ha impedito agli “osservatori siciliani” di partecipare a conferenze, a dibattiti e a confronti di idee, nel corso dei quali si è avuto modo di conoscere tradizioni, problematiche, usi e costumi dei diversi Popoli e di confrontare affinità e diversità. E di approfondire i rapporti di questi con l’antica e gloriosa Nazione Siciliana” ha puntualizzato Giancarlo ALAGNA che ha altresì reso noto che lui stesso ed il Segretario FNS SCIANÒ, hanno colto l’occasione per portare a conoscenza di alcuni qualificati operatori economici e di alcuni esponenti politici CATALANI, il “DRAMMA” dello stabilimento FIAT di Termini Imerese, nonostante il valore e la professionalità, – ad ogni livello, – dei dipendenti. Si è altresì sottolineata la esigenza inderogabile di rilanciare le attività dello stabilimento per farlo diventare il “motore” di un POLO AUTOMOBILISTICO più avanzato tecnologicamente e capace di inserirsi nel contesto ecologico.

Concordi i due Osservatori FNS anche nel considerare il Referendum del 25 aprile come l’evento storico e politico più significativo dell’anno. Un evento che sarà trainante anche per il progresso dei Paesi di tutta l’area EURO-MEDITERRANEA ed in particolare per la Sicilia.