- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Simeto Ambiente. Sulla questione dei mezzi nuovi ma mai utilizzati, esposto alla Procura

Nell’autoparco dell’Ato Simeto Ambiente (Ato Ct3) si trovano sedici autocompattatori (fra grandi, medi e piccoli)regolarmente acquistati (e immatricolati sin dal 2007) ma mai a tutt’oggi utilizzati. Il caso e’ stato segnalato all’autorita’ giudiziaria dall’assessorato regionale all’Energia e ai servizi di pubblica utilita’.

La magistratura dovra’ accertare se il mancato utilizzo dei mezzi per un periodo cosi’ prolungato possa configurare l’ipotesi di frode comunitaria: l’acquisto degli autocompattatori e’ stato infatti finanziato con i fondi del Por Sicilia.

L’accertamento era stato disposto dall’assessore regionale Pier Carmelo Russo che, ricevuta la relazione del dipartimento regionale, l’ha trasmessa alla Procura della Repubblica di Catania.

Quattro dei mezzi inutilizzati avrebbero dovuto essere temporaneamente assegnati all’Amia di Palermo ma il trasferimento e’ stato rinviato in coincidenza con l’avvio degli accertamenti.

“Si e’ dovuto mantenere i mezzi sotto la gestione dell’amministrazione di Simeto e Ambiente – ha detto Russo – perche’ la cessione ad altri soggetti avrebbe potuto alterare il quadro probatorio emerso dalla relazione. Nessun problema invece laddove l’assegnazione fosse stata fatta ad Ato commissariati dalla Regione che, in questo modo, avrebbe continuato a esercitare il controllo sugli stessi mezzi. Tuttavia ogni decisione al riguardo e’ stata rinviata”.

Quando le determinazioni dell’autorita’ giudiziaria lo consentiranno sara’ autorizzato l’impiego dei mezzi inutilizzati nelle situazioni di crisi, non esclusa l’Amia alla cui gestione commissariale l’assessore Russo ha ribadito il pieno sostegno.