- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Rifiuti. Ridotti gli ATO? Forse che si, forse che no

ATO si, ATO no !

ATO si, ATO no !

Durante la sua visita nel trapanese per inaugurare l’impianto di compostaggio di Belice Ambiente, il presidente della Regione Siciliana si è lasciato andare a certe considerazioni che lasciano aperta la porta ad un possibile ripensamento sul numero degli ATO in Sicilia.

Con una dichiarazione alquanto “politichese” e facilmente comprensibile per gli addetti ai lavori, Lombardo ha detto che “ …la legge nazionale  ed in specie i commi 5 e 7 dell’art. 200 del D.Lgs. n. 152/2006 consentono che ‘Le citta’ o gli agglomerati di comuni, di dimensioni maggiori di quelle medie di un singolo ambito, possono essere suddivisi tenendo conto dei criteri di cui al comma 1  e che le regioni possono adottare modelli alternativi o in deroga al modello degli Ambiti Territoriali Ottimali…”

Lo stesso Lombardo continua che “ …   in sede di elaborazione del Piano Regionale dei rifiuti si  potrà cogliere  l’opportunità di applicare modelli organizzativi alternativi, nuovi e diversi,  che valorizzino le migliori esperienze pregresse e cioè  che consentano la sopravvivenza dei cosiddetti Ato virtuosi …” .

Come dire: abbiamo scherzato. C’è spazio per tutti basta volere  …  

Sante parole quelle del Principe di Salina quanto affermò che in Sicilia tutto deve cambiare purché tutto resti come prima !