- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Il 150esimo sia occasione per ristabilire la verità storica !

La grande menzogna!

La grande menzogna!

Tra circa un mese ricorre il 150° anniversario dello sbarco dei Mille a Marsala. La città si sta preparando con una serie di eventi celebrativi. Dopo 150 anni è giunto il momento di fare definitivamente luce su questo pezzo di storia del nostro paese, abbandonando ogni tipo di retorica risorgimentale che non avrebbe più ragione di esistere, adesso che l’unità d’Italia è un fatto assodato.         

L’eroica impresa delle mille camice rosse del cosiddetto “‘eroe dei due mondi”, alla luce di alcune relativamente recenti scoperte storiche, non sarebbe poi stata effettivamente tanto eroica: gli studi effettuati negli archivi britannici dallo storico Giulio Di Vita hanno oramai dimostrato che la massoneria inglese finanziò quella spedizione con una quantità impressionante di denaro, un milione di piastre turche (tre milioni di franchi francesi dell’epoca, molti milioni di euro attuali), che in gran parte fu utilizzato per corrompere qualche ministro (Pianell) e molti generali (Landi, Lanza, Ghio etc.) dell’imponente esercito borbonico che ordinarono ai propri soldati, increduli ed allibiti, impensabili ritirate “strategiche”, lasciando via libera agli uomini di Garibaldi.  

E lo stesso Garibaldi, a cui abbiamo dedicato monumenti e piazze in tutta Italia, non parrebbe essere – sempre alla luce di una più attenta e obiettiva storiografia – un vero prototipo di eroe come è stato dipinto, dato le sue malefatte, troppe per essere elencate in questa sede, da mercenario in giro per il mondo e da evasore fiscale in Italia.  

Quindi, al di là di ogni possibile motivazione ideologica di carattere unitario o anti-unitario, per pura necessità di verità storica, a mio parere non andrebbe persa questa occasione del 150° anniversario per ristabilire come andarono effettivamente i fatti.         

Alfonso Genchi