- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Aeroporto di Birgi. Dati del traffico 2009 e previsioni 2010. Una fanfara stonata

Secondo quanto comunica Airgest il traffico passeggeri nei primi due mesi del 2010 ha avuto un notevole aumento superando addirittura il 100% rispetto allo stesso periodo del 2009.

Secondo i dati forniti da Airgest, Gennaio 2010 ha avuto 73.814 di transiti, contro i 36 mila del 2009, mentre a febbraio 2010  i transiti segnano 74.300 contro i 35,668 dello stesso periodo del 2009.

Secondo Airgest, “I dati di gennaio e febbraio sono di assoluto conforto. Andare verso l’estate con un trend di crescita superiore al 100% può significare solo una cosa: nel 2010 il tetto dei 2 milioni di passeggeri non è miraggio”.

L’Aeroporto intende dare sviluppo al territorio, questo è quanto dichiara Salvatore Ombra, presidente dell’Airgest.

Analizzando i dati ufficiali dei transiti ci accorgiamo che la crescita esponenziale che afferma Airgest non appare confermata.

Infatti, se è pur vero che nel 2009 Trapani ha avuto un numero di transiti di 1.068.000 passeggeri, è anche vero che questo sembra il “limite” con il monopolio Ryanair il cui contratto con l’ente aeroportuale è tutto da decifrare.

Premesso che oltre il 70% dei transiti riguarda il nazionale mentre del rimanente 30% su estero oltre il 75% è utenza locale, ovvero trapanesi che vanno all’estero utilizzando il vettore irlandese, va da sé che il volano turistico dell’aeroporto è inferiore per numero e qualità al numero di passeggeri che transitano dal porto di Trapani, c’è da considerare che da quando Ryanair ha basato la flotta prevista su Birgi,  il numero dei passeggeri si è attestato su circa 75.000 transiti, evidenziando un aumento esponenziale dai   circa 35/40 mila transiti del periodo gennaio/aprile 2009.  Ma da Agosto 2009, massimo storico, si comincia ad evidenziare un progressivo lento calo. Calo che ha continuato fino a dicembre 2009.  

I dati sono a dimostrarlo:

2009:  Agosto  85 mila transiti nazionali /45 mila su estero; Settembre 79 mila/37;

ottobre 77 mila/31; novembre 62 mila/12; Dicembre 67 mila/15.

Appare quindi evidente che a meno di un raddoppio del numero dei voli, attualmente impensabile e d’altra parte non previsto, realisticamente la previsione per il 2010, su ragionevolmente indicarsi in circa 1,1, milioni di transiti.

Niente di nuovo quindi sotto il sole. Il traffico di Birgi, considerata e valutata anche nello specifico la tipologia del passeggero, per circa il 90/ italiano, a meno di non prevedibili progetti turistici seri che vedano il territorio nel suo complesso coinvolto,  ha raggiunto il suo “trand”.

Le fanfare? Possiamo ipotizzare che servono per poter sedersi intorno ad un tavolo per avere finanziamenti. E su questo Ombra non fa mistero:

 ” …. richiederà lavoro da parte del personale Airgest e, soprattutto un rinnovato impegno della società nel potenziamento della infrastrutturazione aeroportuale che auspico venga condivisa da tutta la compagine sociale e, soprattutto da enti pubblici, amministrazioni comunali, da chiunque abbia a cuore le sorti del nostro territorio e ruolo per essere decisivo. Ribadisco ancora una volta la necessità di far divenire Airgest una società di gestione aeroportuale che abbia tra i soci tutti i protagonisti dello sviluppo e della economia della nostra provincia”.

Il messaggio è chiaro e noi non pensiamo di esserci sbagliati, solo che, attualmente, risponde solo la … provincia di Trapani del presidente Turano.