- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Nicola Cosentino. La Cassazione conferma l’arresto, la casta parlamentare “lo protegge”

La truffa ...Semmai ci fosse stato bisogno di un segno ulteriore per capire definitivamente come la casta politica si è elevata a MONARCHIA assoluta, il caso del sottosegretario all’Economia su cui pende un mandato d’arresto emesso dalla DDA di Napoli per l’accusa di concorso esterno in associazione camorristica per presunti rapporti con il clan dei casalesi, dimostra come la casta politica di senta al di sopra della legge che è si uguale per tutti … ma non per tutti.

La prima sezione penale della Corte di Cassazione ha respinto il ricorso del sottosegretario all’Economia, Nicola Cosentino che i suoi legali  avevano presentato istanza contro l’ordinanza di arresto.

Ma Cosentino fa parte della casta monarchica che si avvale della facoltà di sottrarre al giudizio della Magistratura i suo affiliati e quindi, un’altro parlamentare gravemente indiziato di reati gravi di stampo mafioso,  forte della immunità concessagli dal parlamento (concedeteci la “p” rigorosamente minuscola) gli permette  restare libero, mentre altri, per reati molto minori sono in carcere da mesi e anni.

La gravità di questa situazione la si può capire solo ricordando che Cosentino per il suo particolare incarico ha rapporti anche con istituzioni internazionali  e quindi, va da se che l’opinione internazionale sulla politica italiana non sembra essere delle migliori e l’immagine del paese ne rimane fortemente danneggiata.

Ma a Berlusconi, ai parlamentari e a Cosentino, questo sembra importare poco, almeno così pare.

L’etica? L’onestà? La rettitudine morale ? Perse nei meandri del parlamento italiano.  

Ma ai cittadini si impone rettitudine, rispetto delle istituzioni e della legge…