- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

L’EVIS sulla questione Fiat: chiudete la Fiat di Termini e noi Siciliani chiudiamo con le Fiat

fiatCon questo titolo è nato un gruppo su Facebook che in pochissimi giorni ha superato la quota di 5000  iscritti; gli aderenti sono in gran parte siciliani, ma vi sono anche molti meridionali e diverse persone del nord Italia.
Tutti hanno aderito all’ invito di non acquistare più veicoli FIAT nel caso venga dimessa la fabbrica di Termini Imerese; questo invito al boicottaggio è divenuto un tam tam su tutto il social network, gruppi simili sono stati aperti e tutti con centinaia e migliaia di iscritti.          
L’ EVIS – Partito per l ‘ indipendenza della Sicilia, ha subito aderito all ‘inziativa sostenendo e affiancando il fondatore del gruppo Antonio Fricano .          
L’ EVIS, invita i suoi iscritti e tutto il Popolo siciliano ad aderire a questa azione di boicottaggio se la dirigenza FIAT proseguirà nell’ intento di chiudere lo stabilimento di Termini Imerese.
Da una ricerca è emerso che la FIAT ha sommato , negli anni ben 21 m. di euro in aiuti di Stato che, causa inflazione e tassi, avrebbero creato oggi un tesoretto ( mica tanto etto ) pari a circa 32 miliardi di euro, in titoli di Stato .      
Ha preso tale cifra con la garanzia di non abbassare il livello occupazionale. E tutto questo solo per Termini Imerese. Oggi Marchionne conferma la chiusura la chiusura dello stabilimento nel 2012. Migliaia saranno i disoccupati.
Quarant ‘anni fa la FIAT ha ricevuto il capannone industriale e i terreni a titolo gratuito per una manciata di lire; la Regione adesso ricompri il tutto per un euro !     
L ‘ EVIS , crede sia giunto il momento che i lavoratori rivendichino la proprietà della FIAT !          
Maria Allegra, Segretaria Nazionale dell’ EVIS – Partito per l ‘Indipendenza della Sicilia