- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

L’FNS ricorda la strage dei cutrara di Castellammare del Golfo

Gli Indipendentisti di lu FRUNTI NAZZIUNALI SICILIANU – “SICILIA INDIPINNENTI” , nel corso di un’assemblea spontanea di iscritti e di simpatizzanti,hanno ricordato questa mattina, a Palermo , il TRAGICO CAPODANNO DEL 1862,allorchè -a CASTELLAMMARE DEL GOLFO- vi fu una enorme rivolta popolare contro il MALGOVERNO ITALIANO, CONTRO LA MALA UNITA’, contro la miseria, contro lo sfruttamento colonialista e via dicendo.

E contro la classe politica pseudodirigente, che rappresentava in loco il GOVERNO di TORINO. Questa classe pseudodirigente era composta soprattutto da quei BORGHESI LOCALI ( detti i CUTRARA ) CHE SI ERANO ARRICCHITI IN SICILIA muovendosi e collaborando con i”vincitori” nelle vicende- non limpide- della conquista anglo-piemontese-garibaldina del 1860.
Oltre che fare un’analisi di quel tormentato periodo della storia della Sicilia, delle sue cause e delle conseguenza che ancora oggi piangiamo, i presenti hanno ricordato con emozione la RAPPRESAGLIA effettuata, il giorno 3 dello stesso mese, dalle truppe del Regio Esercito Italiano , che erano comandate dal generale PIETRO QUINTINO, e che fucilarono sette persone innocenti. Fra le quali una bambina di appena nove anni: ANGELA ROMANO.

Nel rinnovare la protesta per il fatto che al Popolo Siciliano venga negato il DIRITTO ALLA VERITA’ STORICA , soprattutto sui fatti e sui protagonisti del Risorgimento Italiano, l’ FNS ha preannunziato un documento di approfondimento di quei fatti di sangue che vuole essere anche un documento di denunzia e di protesta sulla drammatica vicenda di CASTELLAMMARE DEL GOLFO , che vasti settori della Cultura Ufficiale continuano a “classificare” come una vertenza a carattere prettamente sindacale.-