- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Evviva. Dopo le stronzate istituzionali e le palle governative, ecco le starnazzate di Miccichè

ocaGianfranco Fini ha sdoganato gli stronzi, Berlusconi ha esportato in Europa le palle governative. Poteva essere da meno la politica siciliana? Certo che no, ed ecco le starnazzate di Miccichè.

Rispondendo al Sindaco di Ragusa che si era lamentato per il mancato finanziamento del raddoppio della Catania-Ragusa, Miccichè è stato molto chiaro: “Quanto detto in queste ore dal sindaco di Ragusa Nello Dipasquale e dall’onorevole Innocenzo Leone’ la palese dimostrazione di come si cerchi la vetrina con frasi inopportune, vuote e intempestive. Parlano in modo funereo di un falso-problema. La vicenda e’ abbondantemente risolta, visto che il finanziamento per la Ragusa-Catania c’e’ e sarà semplicemente formalizzato nella prossima riunione del CIPE, portando a compimento un lavoro su cui molti, ed io fra questi, ci siamo spesi Forse per invidia verso chi sta operando concretamente a favore del territorio, la loro speranza era magari che il finanziamento per la Ragusa-Catania restasse una chimera. Peccato, sono stati smentiti dai fatti e dal lavoro di chi ha pensato a fare e non a starnazzare. 

Che la politica siciliana sia sempre stata pensata come una casta insipiente e feudale non ci sono dubbi, ma ora Miccichè ci dice che la casta si è trasformata in un branco di oche che starnazzano. Un cambiamento radicale, non c’è che dire.

Non abbiamo una classe politica capace e responsabile, ma possiamo dire, grazie a Miccichè, che finalmente abbiamo le … oche giulive.