- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Il FNS. Ad Auschwitz i neonazisti non hanno asportato soltanto un’insegna metallica

Hanno oltraggiato milioni di martiri ed hanno cercato di sottrarre una testimonianza dell’orrore dei lager e dei delitti commessi da Hitler e dai suoi complici. Ma la verità non si può deportare né asportare.

Tuttavia è necessario indagare sulle forze politiche ed ideologiche e suoi poteri forti che oggi predicano e praticano l’antisemitismo o che agiscono dietro le quinte.

Gli Indipendentisti di lu Frunti Nazziunali Sicilianu ” SICILIA INDIPINNENTI” esprimono sdegno per la profanazione del campo di AUSCHWITZ  e rinnovano le loro preoccupazioni per il fatto che la “cultura” del Neonazismo abbia rialzato la testa e si sia diffusa ,- con inquietante trasversalismo,- in Europa e non solo in Europa.

   Pur non volendo creare allarmismi, l’FNS ritiene che non debba essere smobilitata la vigilanza  e soprattutto che non debba  essere minimizzato ogni episodio di violenza o ogni provocazione delle quali i mass- media danno di volta in volta notizia.

A monte potrebbero esservi -infatti – fenomeni ben più preoccupanti, legati a GRUPPI  BEN ORGANIZZATI ED AUOREVOLI  che rappresentano i classici poteri forti, i classici interessi forti. E potrebbero esservi  forze e movimenti politici  , talvolta anche portatori di ideologie in sè rispettbili, che supportano o promuovono  l’ANTISEMITISMO, comunque denominato o camuffato , come “collante” per abbattere, tutti assieme,  il nemico  comune di turno.

E allora ? E’ doveroso imporre a tutti la legalità ed il rispetto delle regole della democrazia. Ed occorre anche garantire che la VERITA’, le VERITA’ STORICHE vengano a galla.

    Quanti governano,quanti svolgono attività politiche e culturali , quanti sono al  servizio dell’informazione  devono tenere  conto, però, del fatto che ciò si può fare soltanto all’interno degli STATI di DIRITTO… Per gli altri Stati servirebbe adottare apposite strategie e soprattutto occorrerebbe non abbassare mai la guardia. 

Detto questo ,l’FNS rinnova i propri sentimenti di solidarietà alle VITTIME del Nazismo e alle rispettive famiglie, alle rispettive Comunità.