- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Ci sono mandatari nell’aggressione a Silvio?

Abbassare i toni e opposizione più coerente.  La Sinistra ci casca sempre e prende colpi, para tutti i mali e incassa come un pugile che non va ko ma perde ai punti, ripresa dopo ripresa!

L’infame, vile, attacco dei partiti che governano questo Paese è ingiustificabile, dovrebbero avere, per primi, il dovere e l’esigenza di abbassare i toni, invece ogni pretesto è buono per alzarli e per giustiziare mediaticamente l’avversario politico. Primo fra tutti il portavoce, ma anche voltagabbana, Capezzone che dà la colpa alla Sinistra (tutta) del gesto folle, ignobile e vergognoso fatto dallo squilibrato mentale vicino al Duomo di Milano.     

Il Pd ancora una volta non ha capito un cavolo, presta il fianco ad indegni attacchi che sono assolutamente falsi, inchina la testa, assorbe il colpo senza difendersi e senza alcuna coerenza politica. Coerenza che ha invece Antonio Di Pietro, con tutti i suoi limiti.     

Ma è mai possibile che chi ci governa sappia solo trovare vantaggio da ogni episodio, da qualsiasi cosa, anche quelle che prendono per il culo da anni gli italiani? Ma è mai possibile che in Italia non abbiamo una opposizione degna di chiamarsi tale?     

In questo clima di “guerra civile” tutti devono abbassare i toni, ma li devono abbassare per primi i governanti. Non si può accusare le manifestazioni contro Berlusconi come “portatori” dell’attentato al premier. Il clima che viviamo è stato “azionato” anche da Silvio, con il suo modo di porsi, di governare, di farsi le Leggi a suo uso e piacimento, o a tentare di farle cercando di non rientrare nelle vie rette della democrazia. Condanniamo l’aggressore, mettiamolo in carcere, processandolo ovviamente.        

Il Partito Democratico “assorbe” tutto, subisce gli attacchi falsi e perde credibilità. Se c’è qualcuno (ma sono milioni) che in Italia odia Berlusconi un motivo ci sarà, e non sicuramente per il “B Day” o per tutto quello che viene scritto sul web.        

C’è forte crisi, la gente da anni viene presa in giro. Chi governa promette e non mantiene, litiga con tutti, attacca la magistratura, accontenta troppo la Lega Nord, abbandona il sud e gli agricoltori, distrugge la scuola, stupra la cultura, avvantaggia gli interessi delle proprie aziende (questione Sky e digitale terrestre), prende di mira il presidente Napoletano, bersaglia la Costituzione, ci fa fare brutte figure istituzionali con gli altri capi di stato, è al centro di gossip scandalistici…

Tutta una carrellata di cose che portano all’odio verso una persona che ha sì consenso elettorale ma non è mica il Dio in terra. Odio che non giustifica nessuna aggressione fisica, specifichiamo. Poi tra milioni di persone ci sono, purtroppo, dei pazzi, che non sono legati a nessun partito, e che sono pericolosi per la società.      

Quando hanno ucciso a John Lennon nessuno ha minimamente pensato che la colpa fosse dei fans dei Rolling Stones, che fossero loro i mandanti.       

Abbassare i toni, quindi, tutti. E continuare a fare politica per la popolazione, chi al governo e chi all’opposizione. Solidarietà da parte mia a Silvio Berlusconi, che si rimetta subito al lavoro, scegliendo magari alcuni portavoce più adatti, per dare un clima di serenità alla nostra Italia.

Enzo Amato