- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Mafia. Le contraddizioni di La Russa e del mondo politico. La mafia non uccide i politici, li infanga

Commentando le dichiarazioni del pentito di mafia Spatuzza,  il ministro per la difesa La Russa, siciliano di Paternò, ha affermato che “La mafia non ha più bisogno di fare vendette con violenza, se si dispone dell’arma dei pentiti non c’è bisogno di uccidere i politici, basta infangarli”La delazione quindi sarebbe l’arma del terzo millennio che la mafia preferisce agli omicidi.

La prima considerazione a questa affermazione è che a questo punto sembrano invenzioni tutte le supposte intimidazioni ricevute, secondo gli interessati che ne danno notizia, per la loro azione di corretta e trasparente attività politica.

Ma c’è una domanda che vorremmo porre al ministro della difesa ed è questa: perché i politici chiamati in causa dai pentiti sono sempre gli stessi ?