- Osservatorio Sicilia - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Assunzioni SISE ed illecito utilizzo del personale. Tutti sapevano: Procura, Corte dei Conti, Cuffaro, Assessore, Commissario CRI, Ispettorato del Lavoro, etc.

E nulla è stato fatto e ciò fa sorgere spontanea una domanda: la lotta alla mafia ha ingessato il diritto e la giustizia in Sicilia?  E’ noto che il bubbone SISE è scoppiato, quasi per caso, dopo una ispezione alla sede nazionale CRI a Roma ma ciò che si sta scoprendo in questi ultimi tempi ha qualcosa di clamoroso.

Si lotta contro la mafia e non ci accorgiamo che la mafia ha prodotto un sistema di diffuso disinteresse istituzionale a situazioni illecite che produce più danni della stessa mafia, oppure, è questa la mafia di cui tanto si discute. La mafia penetrata all’interno delle istituzioni che tutto blocca e che tutto frena a favore di un sistema clientelare diffuso e spregiudicato.

Oggi scopriamo che la SISE, società in house CRI e che gestisce ancora il servizio di emergenza 118 in Sicilia, che tanto fa discutere per il modo clientelare con cui avrebbe assunto un numero impressionante di persone, dopo la relazione redatta dopo l’ispezione MEF del 2006 che denunciava assunzioni irregolari, nel 2007 assume con chiamata diretta alcune persone (tra cui come si ricorderà Stefio e signora assunti e inviati a Roma) ed alcuni di questi li invia “distaccati” a Roma presso la sede centrale della CRI.

Ai cinquecento già noti si aggiungono poche unità che fanno però scalpore tanto che a differenze del passato, questa volta non è passato sotto silenzio perché il COBAS Sanità, Università e Ricerca, denuncia il 22/10/2007 al Presidente della SI.S.E. spa, All’Amministratore delegato della SI.S.E. , Ai Direttori dei Bacini  e perconoscenza  al Presidente della  Regione Siciliana, all’Assessore Regionale alla Sanità, all’Assessorato Regionale al Lavoro, al Presidente Nazionale C.R.I., all’Ispettorato del Lavoro, alla Procura della Repubblica, alla Corte dei Conti la situazione di illeicità che si è venuta a creare.

Al di là del fatto in sè, appare quantomeno anomalo che nel mese di ottobre del 2007 la SISE assuma personale a tempo determinato fino al 31/12/2007 precisando che il periodo di prova è di due mesi ed entro la data di scadenza del periodo di prova il contratto po’ essere rescisso.  Ed ancora più anomalo appare il fatto che detto personale in forza alla SISE e quindi per esigenze siciliane, contestualmente all’assunzione, o immediatamente dopo, viene distaccato senza alcuna giustificazione plausibile a Roma presso la sede nazionale della CRI.

(vds lettere di assunzione e distacco a margine).

A distanza di due anni dal fatto, che fa seguito allo scandalo delle 10 ambulanze della SISE inviate senza alcuna motivazione a Roma, e denunciato dal Cobas  e dalla Corte dei Conti, tutto è rimasto invariato e chi ha assunto detto personale in contrasto con le norme, non sembra essere stato chiamato a rispondere dei danni procurati alla Regione Siciliana.

Guglielmo Stagno D’Alcontres è stato esonerato dalla carica di Commissario CRI Sicilia e SISE, mentre il dr. Balsamo sembra ancora in servizio SISE.

L’attuale assessore alla sanità Massimo Russo, qualche tempo ha contestato alla SISE il fatto del personale distaccato immotivatamente a Roma e della ambulanze. Giusto. Ma all’assessorato nessuno gli ha mai fatto presente della denuncia del COBAS del 2007.

In ogni caso, che della questione nessuno sembra se ne sia interessato è dimostrato dal fatto che il personale assunto su chiamata diretta “a tempo determinato” che appare indeterminato, è ancora tranquillamente al suo posto, con buona pace delle casse pubbliche.

E la Magistratura? l’Ispettorato del Lavoro? La Presidenza della Regione ? Silenzio.

La Magistratura è troppo impegnata per la mafia per attenzionare il normale corso della vita siciliana, l’ispettorato del lavoro ha poco personale, la presidenza della Regione troppo impegnata in beghe politiche, l’assessore alla sanità non pare informato,  e la barca … va, senza controlli ed in completa anarchia.  

chiarimenti sul distacco di amministrativi a tempo determinato

 

chiarimenti sul distacco di amministrativi a tempo determinato

 

chiarimenti sul distacco di amministrativi a tempo determinato

 

chiarimenti sul distacco di amministrativi a tempo determinato  

 

chiarimenti sul distacco di amministrativi a tempo determinato