- Osservatorio Sicilia/Mondo e Dintorni - http://www.osservatorio-sicilia.it -

Vertenza Tirrenia. Fosche previsioni per il personale avventizio e precario Siremar

siremarTutte le più pessimistiche previsioni in tema di tutela dei lavoratori sembrano cominciarsi ad evidenziare specie per il personale Siremar, unica compagnia regionale, che a causa dell’atteggiamento della Regione Siciliana, farà parte del bando di gara con la compagnia di riferimento Tirrenia.

Oggi, i tecnici dell’assessorato regionale ai trasporti i si sono incontrati con i dirigenti Siremar, mentre a Roma il Ministro Matteoli ha incontrato l’A.D. di Tirrenia e i sindacati FILT CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI, e trapela la notizia che il giorno l’U.

Trapelano notizie, che il 27/11/2009 l’ U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M (Unione sindacale capitani di lungo corso e capitani direttori di macchina)  dovrebbe avere un incontro con il Ministro e con l’A.D. Tirrenia, che secondo notizie che filtrano e tutte da verificare, dovrebbe avere come tema la mobilità di supposte eccedenze di Tirrenia Navigazione in Siremar.

L’ U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M, che in via preliminare non è contraria in maniera preconcetta alla mobilità ma pretende che ove siano reali esuberi, detta mobilità deve essere operata nel pieno rispetto delle regole.

La Siremar, Società di Navigazione è diversa da Tirrenia di Navigazione, ha persone giuridiche diverse, e vigono CC.CC.NN.LL. diversi per i dipendenti, e ha funzionanti in qualifiche superiori pluriennali e in molti casi decennali, tutti effettivi perché in Ruolo Organico e/o in C.R.L. con riguardo alle Categorie che l’ U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M rappresenta.

L a mobilità, com’è stato nelle passate occasioni (1982 e 1995), può essere accettata solo a seguito delle promozioni del personale Siremar, peraltro costituitosi in giudizio per protestare il loro diritto.

Secon l’ U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M,   la volontà di Siremar di non discutere di questi fatti, è il motivo per cui è stato dichiarato lo stato di agitazione che porterà inevitabilmente allo sciopeero di categoria.

La posizione dell’U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M che ha inviato una nota al Prefetto di Palermo, è condivisa da FIT-CISL.

Da quanto sembra di capire le preoccupazioni maggiori delle due organizzazioni, sono per gli avventisti e per il personale precario.

Solo la UIL sembra seguire la strada governativa in contrapposizione con tutte le altre organizzazioni sindacali.